Leggere questo articolo in:

Confronto tra basse dosi di ZnO incapsulato e livelli farmacologici di ZnO nei suinetti svezzati

L'uso di ZnO incapsulato può essere una buona alternativa per iniziare a ridurre i livelli farmacologici di inclusione di ZnO nella dieta dei suinetti...

Giovedì 2 Maggio 2019 (2 mesi 14 giorni fa)
mi piace

Nella produzione suina commerciale è comune utilizzare alti livelli di ossido di zinco (ZnO) nella dieta dei suinetti svezzati per mitigare la diarrea post-svezzamento e migliorare la salute intestinale e le performance della crescita. Tuttavia, l'uso di livelli farmacologici di ZnO dovrebbe essere ridotto a causa della possibile contaminazione ambientale correlata all'elevata quantità di zinco escreto nelle feci dei suini.

L'obiettivo del presente studio era di valutare gli effetti dello ZnO incapsulato sulle prestazioni di crescita, digeribilità dei nutrienti, punteggi fecali, zinco fecale e morfologia intestinale nei suinetti svezzati. A tale scopo, un totale di 192 suinetti svezzati ((Yorkshire × Landrace) × Duroc] (7,4 ± 0,97 kg) sono stati assegnati in modo casuale a uno dei sei trattamenti dietetici: (1) controllo negativo (NC) con dieta base; (2) controllo positivo (PC): NC + 2500 mg / kg ZnO convenzionale; (3) CZO300: NC + 300 mg / kg ZnO incapsulato; (4) CZO500: NC + 500 mg / kg di ZnO incapsulato; (5) CZO1000: NC + 1000 mg / kg di ZnO incapsulato; (6) CZO2000: NC + 2000 mg / kg di ZnO incapsulato. L'esperimento è durato 42 giorni.

Come risultato, i suini alimentati con diete PC, CZO500, CZO1000 e CZO2000 avevano un incremento medio giornaliero (IMG) più elevato, rispetto a quelli della dieta NC durante i giorni da 0 a 21. Durante i giorni da 0 a 42, i suini alimentati con le diete CZO500, CZO1000 e CZO2000 hanno mostrato un aumento dell'IMG rispetto al trattamento NC. Tutti i suini alimentati con diete integrate con ZnO avevano punteggi fecali inferiori rispetto a quelli alimentati con la dieta NC durante le settimane 1, 2 e 3. Analogamente, l'integrazione con ZnO ha aumentato le concentrazioni di zinco sierico e fecale rispetto al Gruppo NC. Inoltre, basse dosi di ZnO incapsulato hanno ridotto la quantità di zinco escreto nelle feci rispetto alla dose di 2500 mg / kg di ZnO convenzionale. I suini alimentati con le diete PC, CZO1000 e CZO2000 avevano un coefficiente di digeribilità apparente totale della sostanza secca maggiore rispetto ai suini alimentati con la dieta NC. L'altezza dei villi duodenali e la relazione dell'altezza dei villi rispetto alla profondità delle cripte delle diete PC, CZO1000 e CZO2000 erano superiori a quelli dei suini alimentati con la dieta NC, mentre non si osservavano differenze significative tra di loro.

In sintesi, l'uso di 500-1000 mg / kg di ZnO incapsulato ha dimostrato di essere efficace quanto 2500 mg / kg di ZnO convenzionale in relazione alla crescita e nella mitigazione della diarrea post-svezzamento, diminuendo l'escrezione di zinco nell'ambiente

Lei, X. J., & Kim, I. H. (2018). Low dose of coated zinc oxide is as effective as pharmacological zinc oxide in promoting growth performance, reducing fecal scores, and improving nutrient digestibility and intestinal morphology in weaned pigs. Animal Feed Science and Technology, 245, 117-125. https://doi.org/10.1016/j.anifeedsci.2018.06.011

vedere altri articoli correlati con l'articolo

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags