Leggere questo articolo in:

Cambiamenti nella composizione dei liquami suini tra il 1997 e il 2017

Le diete per i suini sono cambiate negli ultimi 20 anni e le concentrazioni di alcuni elementi sono ora più basse. La concentrazione di fosforo è diminuita fino al 36%, contemporaneamente all'aggiunta di fitasi nelle diete. Anche la maggior parte degli oligoelementi è diminuita, ad eccezione dello Zn, la cui concentrazione nei fanghi è raddoppiata...

Martedì 20 Agosto 2019 (2 mesi 25 giorni fa)
1 mi piace

Negli ultimi due decenni, sono state apportate modifiche alle diete per i suini che non solo hanno migliorato la redditività della produzione, ma hanno anche dato origine a benefici ambientali. Tra le altre modifiche, l'uso della fitasi nella dieta ha permesso concentrazioni inferiori di P. totale Le concentrazioni di azoto, in particolare le proteine, sono più basse, e anche alcuni oligoelementi sono più bassi. In questo studio, le analisi di 1195 campioni di liquami provenienti da vari tipi di allevamenti suini di Manitoba (Canada) dal 1997 al 2002 sono state confrontate con analisi simili del 2010 e del 2017.

Le concentrazioni di P sono state significativamente più basse nel 2017, passando da una media nelle scrofaie da 28,0 g / kg di peso secco (ps) tra il 1998 e il 2002 a 20,6 g / kg ps tra il 2010 e il 2017, e di una media negli allevamenti da ingrasso da 24,1 g / kg ps tra il 1998 e il 2002 a 18,7 g / kg ps tra il 2010 e il 2017. I livelli totali di N non sono cambiati nel tempo, sebbene la frazione di N nella forma di NH4 è diminuita.

Le concentrazioni di zinco erano costantemente più elevate nei campioni provenienti dai siti 2 (svezzamenti) rispetto ai campioni di altri tipi di allevamenti di suini e sono aumentate da una media di 2800 mg / kg ps negli svezzamenti (siti 2) dal 1998 al 2002 a 5580 mg / kg ps tra il 2010 e 2017. Le concentrazioni per la maggior parte degli oligoelementi sono diminuite durante questo periodo di tempo. Ad eccezione dello Zn per i campioni degli allevamenti di svezzamento, questi cambiamenti temporanei dovrebbero ridurre le possibili conseguenze ambientali dell'applicazione dei fanghi come fertilizzanti per le colture.

Sheppard, S. C. 2019. Elemental Composition of Swine Manure from 1997 to 2017: Changes Relevant to Environmental Consequences. J. Environ. Qual. 48:164-170. doi:10.2134/jeq2018.06.0226

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags