Leggere questo articolo in:

Influenza del livello proteico della dieta sulla risposta infiammatoria indotta dalla colibacillosi nel post-svezzamento

Secondo i risultati del presente studio, la risposta infiammatoria indotta dalla colibacillosi nel post-svezzamento è influenzata dal livello proteico della dieta. Per arrivare a questa conclusione...

Giovedì 21 Settembre 2017 (1 mesi 3 giorni fa)

Secondo i risultati del presente studio, la risposta infiammatoria indotta dalla colibacillosi nel post-svezzamento è influenzata dal livello proteico della dieta.

Per arrivare a questa conclusione, 40 suinetti di circa 5 kg di peso vivo furono assegnati a caso ad una delle seguenti diete: un livello elevato di PG-proteina grezza (225 g PG/kg di mangime oppure con un livello proteico basso, 176 g PG/kg di mangime supplementato con aminoacidi cristallini. Successivamente i suini furono inoculati con 6 ml di una sospensione che conteneva 1010 ufc di ETEC K88/ml il giorno 8 post-svezzamento. Vennero prelevati campioni di sangue da 10 suini (1 suino/box), i giorni 7 (allo svezzamento), -24 h, 8 h, 72 h e 7gg dopo l'esposizione al patogeno per la determinazione dell'urea-N nel plasma (PUN), le concentrazioni sieriche (TNF-α), (IL-1β) e l'aptoglobina (Hp).

Le concentrazioni di TNF-α sierico a 8 h, 72h e 7gg dopo l'esposizione all'ETEC erano similari al livello osservato a 24h prima dell'inoculazione, però più alta rispetto al livello allo svezzamento. I suini alimentati con la dieta bassa in PG presentavano minori concentrazioni di IL-1β (72 vs 116 pg/ml) a 8 h post-inoculazione rispetto a quelli alimentati con la dieta alta in PG. Allo stesso modo, i suini alimentati con la dieta bassa tendevano ad avere minori concentrazioni di Hp (9 vs 25 mg/dl) rispetto a quelli alimentati con la dieta alta in proteine grezze a 8 h post-inoculazione.

Per quanto riguarda i livelli di PUN, rispetto alle concentrazioni al momento dello svezzamento, la concentrazione a 72h dopo l'inoculazione era maggiore nei suini alimentati con la dieta con elevato contenuto in PG.

I risultati indicano che la dieta con basso livello di PG e con l'aggiunta di aminoacidi riduce la risposta infiammatoria, così come indica il livello di IL-1β nel siero, nei suinetti infettati con ETEC K88.

F.O. Opapeju, M. Rademacher, R.L. Payne, D.O. Krause and C.M. Nyachoti. Inflammation-associated responses in piglets induced with post-weaning colibacillosis are influenced by dietary protein level. Livestock Science. 2010. Vol. 131 (1): 58-64.

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags