Leggere questo articolo in:

Effetti del Propionato di Cromo sulla crescita e sui biomarcatori nei suini all'ingrasso sottoposti a stress termico

L'aggiunta del propionato di cromo nella dieta può favorire le prestazioni di crescita nei suini da ingrasso con stress da calore...

Giovedì 26 Settembre 2019 (24 giorni fa)
mi piace

È stato dimostrato che il cromo nella dieta (Cr) stimola l'assunzione di cibo e migliora la crescita, le caratteristiche della carcassa e le prestazioni riproduttive in una varietà di specie. È stato ipotizzato che il Cr nella dieta aumenterebbe la produttività durante lo stress da calore (EC) e, pertanto, l'obiettivo del presente studio era di valutare gli effetti del supplemento con propionato di Cr sulle prestazioni di crescita, sul metabolismo e sui biomarcatori sanitari nei suini da ingrasso, sottoposti a stress termico e restrizione nutrizionale.

A tale scopo, un totale di 96 suini d'incrocio (105 ± 1 kg PC) sono stati assegnati in modo casuale ad uno dei 6 trattamenti dietetici-ambientali: (i) ambiente termoneutrale (TN) e alimentazione ad libitum con dieta di controllo (TNCtl), (ii) TN e alimentazione ad libitum con dieta integrata con Cr (TNCr), (iii) TN e dieta a controllo parallelo (DPCtl), (iv) TN e dieta parallela integrata con Cr (DPCr), (v) stress dovuto a calore (EC) e ad libitum con dieta di controllo (ECCtl), o (vi) EC e ad libitum con dieta integrata con Cr (ECCr).

Lo studio consisteva in tre periodi sperimentali. Durante P0 (5 d), tutti i suini sono stati alloggiati in condizioni di TN e sono stati alimentati con la dieta di controllo. Durante P1 (5 d), i suini sono stati alimentati con i rispettivi trattamenti dietetici e mantenuti in condizioni di TN. Durante P2 (35 d), i suini sottoposti a trattamenti ECCtl ed ECCr sono stati alimentati ad libitum ed esposti a condizioni cicliche progressive di EC (da 27 a 31 ° C, 50 ± 0,3% UR), mentre i suini TNCtl, TNCr, DPCtl e DPCr sono rimasti in condizioni di TN e sono stati alimentati ad libitum o parallelamente alle rispettive controparti ECCtl ed ECCr per eliminare gli effetti di una diversa assunzione di alimento.

Come risultati, i suini EC hanno mostrato una temperatura rettale, una temperatura cutanea ed una frequenza respiratoria più elevate rispetto ai suini TN. In generale, l'EC ha ridotto ADFI e ADG (rispettivamente del 20 e del 21%) rispetto ai controlli TN. Il PC finale tendeva ad aumentare nei ECCr rispetto ai suini ECCtl. Allo stesso modo, l'ADG tendeva ad aumentare durante P2 nei ECCr in relazione al trattamento con ECCtl. Non sono stati osservati effetti del Cr nella maggior parte dei parametri produttivi, ma l'ADFI tendeva ad aumentare nella dieta con Cr in relazione ai suini alimentati con Ctl. La supplementazione con Cr non ha avuto effetti sul glucosio circolante, insulina, acidi grassi non esterificati, colesterolo, trigliceridi o proteine leganti lipopolisaccaridi. Tuttavia, i neutrofili nel sangue erano più alti negli ECCr rispetto ai suini ECCtl.

In conclusione, questi risultati suggeriscono che l'integrazione con propionato di cromo può favorire le prestazioni di crescita durante lo stress da calore...

Mayorga, E. J., Kvidera, S. K., Seibert, J. T., Horst, E. A., Abuajamieh, M., Al-Qaisi, M., Lei, S., Ross, J. W., Johnson, C. D., Kremer, B., Ochoa, L., Rhoads, R. P., and Baumgard, L. H. (2018). Effects of dietary chromium propionate on growth performance, metabolism, and immune biomarkers in heat-stressed finishing pigs. Journal of animal science, 97(3), 1185-1197. https://doi.org/10.1093/jas/sky484

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags