Leggere questo articolo in:

Quanto influisce il ritardo dei suini dal flusso normale di produzione...

Nella pratica, ritardare i suini rispetto al flusso normale di produzione si traduce in maggiori costi alimentari, aumenta il N° di giorni per le macellazioni ed i fabbisogni in mano d'opera...

Giovedì 26 Ottobre 2017 (28 giorni fa)

Ritardare i suini nel loro avanzamento all'interno delle fasi produttive di un allevamento potrebbe avere degli impatti negativi sulla salute e sulle performance. L'obiettivo di questo studio fu condurre ricerche sulle possibili implicazioni del ritardare il flusso dei suini in una normale produzione sulla sanità e sulle performance in un allevamento commerciale a ciclo chiuso con una gestione a tutto pieno-tutto fuori.

Furono definiti 3 flussi: flusso 1 (suini che seguono il flusso di produzione normale: 8 settimane di svezzamento, 4 in accrescimento e 8 settimane d'ingrasso), flusso 2 (suini ritardatari di una settimana nel passare alla fase successiva della produzione) e flusso 3 (suini con un ritardo superiore ad 1 settimana nel passare alla fase successiva di produzione).

Il flusso 3 includeva percentuali più alte di suini provenienti da primipare e da minori pesi alla nascita. Con uguale N° di parti delle scrofe e pesi alla nascita, i suini del flusso 2 avevano 3,8 volte di maggior probabilità di essere zoppi prima della macellazione rispetto ai suini del flusso 1. Allo stesso modo, i suini nel flusso 3 avevano più probabilità di essere zoppi prima della macellazione, 4,5 volte maggiormente predisposti a presentare pleuriti, 3,3 volte maggiore ad avere pericarditi e 4,3 volte di maggior probabilità che il loro cuore possa essere sottoposto a sequestro alla macellazione rispetto ai suini del flusso 1 . Inoltre, le carcasse dei suini del flusso 3 erano 10 kg meno pesanti rispetto alle carcasse dei suini nel flusso 1.

Nella pratica, ritardare i suini rispetto al flusso normale di produzione si traduce in maggiori costi alimentari, aumenta il N° di giorni per raggiungere i pesi di macellazione e maggiori fabbisogni in mano d'opera , riducendo l'efficienza produttiva dell'allevamento. Negli allevamenti a ciclo chiuso, una politica di "avanzare" (vale a dire, nessun suino viene lasciato indietro e si applica un approccio di "split marketing" inviando i suini al macello) potrebbe essere più facile da soddisfare.

Julia Adriana Calderón Díaz, Alessia Diana, Laura Ann Boyle, Finola C. Leonard, Máire McElroy, Shane McGettrick, John Moriarty and Edgar García Manzanilla. Delaying pigs from the normal production flow is associated with health problems and poorer performance. Porcine Health Management. 2017. 3:13. https://doi.org/10.1186/s40813-017-0061-6

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags