Carmen Alonso García-Mochales

Carmen Alonso García-Mochales
48Segarreta1457028985estabilidad_22yayisortdiaz21mageejay

Università di Minnesota (Stati Uniti). Stati Uniti

Carmen si è laureata in medicina veterinaria all'Università Complutense di Madrid nel 2003 e ha fatto pratica in produzione suina nella provincia di Toledo su diversi progetti di ricerca del dipartimento di Microbiologia ed ha traslocato in catalogna nel 2004 dove ha partecipato ad un secondo corso pratico di produzione suina organizzato da Sus Scrofa e dall' Universidad Autonoma di Barcelona. Nel 2005 fino all'estate del 2010, Carmen ha integrato l'equip tecnica della Cooperativa de Ivars in provincia di Leyda dove ha lavorato nell'area della produzione e formazione di giovani produttori (Federazione delle Cooperative Catalane) ed ha intensificato lo sviluppo di un programma di gestione informatica tecnico-economico della Cooperativa per utilizzo degli allevatori associati. Oggi, Carmen lavora all'Università di Minnesota come assistente di ricerca con il Dr. Scott Dee. L' area di specializzazione del suo master è il miglioramento dei sistemi di filtraggio dell'aria come misura di biosicurezza nel confronto della malattia PRRS in scrofaie ed analisi economica del suo utilizzo.

Attualmente, Carmen sta completando il suo PhD assieme al Dr. Montserrat Torremorell e al Dr. Peter Davies.

La sua ricerca verte sullo studio dei più importanti patogeni aerogeni e la loro distribuzione negli aerosol associati alle diverse particelle in condizioni sperimentali e di campo. Come parte delle sue ricerche, Carmen ha interessi nello studio e valutazioni delle diverse tecnologie che hanno come finalità la diminuzione della propagazione dei patogeni aerogeni e quello di mitigare la trasmissione dei patogeni per via aerea tra allevamenti.

Curriculum attualizzato: 14-Apr-2015

Articoli

Chiusura semplice delle porte per evitare il movimento del personale rispettando la biosicurezza

Esempio di porta sigillata che previene l'entrata d'aria non desiderata e di conseguenza anche il movimento non desiderato del personale tra la zona pulita all'interno dell'allevamento e zona sporca esterno dell'allevamento.

L'uso di un sistema semplice, che richiede solo una plastica trasparente ed un nastro adesivo per impedire che l'aria non filtrata entri in un allevamento ad elevato status sanitario, può servire allo stesso tempo come metodo per prevenire lo spostamento del personale tra zone diverse di biosicurezza in qualsiasi tipo d'allevamento...

... continua a leggere (+)

Trucco da "giardinaggio" per prevenire l'entrata dei roditori in allevamento...

 3

Uno dei punti essenziali per la biosicurezza esterna dell'allevamento è il controllo dell'entrata delle malattie dall'esterno tramite roditori, volatili ed insetti. I roditori possono trasmettere in modo passivo o attivo la salmonellosi, bordetellosi, leptospirosi, malattia di aujeszky, enterite emorragica, mal rosso e toxoplasmosi. I roditori possono diffondere le malattie in allevamento, anche a lunghe distanze, via escrementi, la pelle, l'urina, la saliva o sangue....

... continua a leggere (+)