Fiera di Cremona e Wageningen: accordo tecnico per l'edizione 2018

Per l’anno prossimo si pensa a un evento in cui CremonaFiere, Wageningen e i partner che vorranno unirsi al progetto presenteranno le tecnologie più avanzate del settore insieme con le aziende di tutto il mondo, e in particolare quelle italiane.

fiere cremona
fiere cremona

Da CremonaFiere e dall’ente di ricerca olandese (che compirà 100 anni) nasce l’idea di un “dream team” tecnico-scientifico per l’edizione 2018. A Cremona per presentare le tecnologie più avanzate del settore insieme con le aziende di tutto il mondo, e in particolare quelle italiane

In conclusione dell’edizione numero 72 delle Fiere Zootecniche Internazionali, si sono gettate le basi per un accordo strategico fra CremonaFiere e il Wageningen University & Research, centro di ricerca olandese fra i più importanti al mondo e specializzato in agro-zootecnia. Nel 2018 ricorreranno i 100 anni di attività del centro autore di scoperte e innovazioni che fanno ormai parte del patrimonio scientifico delle filiere agroalimentari di oltre 100 paesi in tutti i continenti. E proprio in occasione dell’edizione 2018 delle Fiere Zootecniche Internazionali il Wageningen University & Research sarà presente a Cremona per confrontare e analizzare gli scenari futuri dell’agro-zootecnia sulla base dei più recenti progressi tecnologici.

Quella che si configura è una collaborazione scientifica e commerciale aperta anche ad altri enti di ricerca italiani come il CREA – Zootecnia e Acquacoltura – come ha auspicato Martin Scholten, general director dell’Anima Sciences del prestigioso ente di ricerca, presente all’edizione 2017 per ritirare la Targa Beltrami all’innovazione – e ad altre università e centri di ricerca qualificati. Per l’anno prossimo si pensa a un evento in cui CremonaFiere, Wageningen e i partner che vorranno unirsi al progetto presenteranno le tecnologie più avanzate del settore insieme con le aziende di tutto il mondo, e in particolare quelle italiane. In questo senso, CremonaFiere si è già impegnata nel profondere il massimo sforzo per presentare il sistema produttivo e know-how tecnologico della zootecnia italiana. Naturalmente, il progetto sarà mirato in maniera specifica sulle caratteristiche della produzione di materie prime italiane, destinate alla migliore produzione tipica locale “made in Italy”. La collaborazione fra centri di ricerca italiani e olandesi, oltre che al diretto e stretto rapporto col mercato che le Fiere Zootecniche Internazionali sono in grado di garantire, è di strategica importanza per tutti quanti i soggetti coinvolti.

La mission del Wageningen University & Research – che nasce dall’integrazione tra Università e centri di ricerca- è «esplorare la natura per migliorare la qualità della vita», un approccio che ha consentito risultati di eccellenza anche sotto il profilo della sostenibilità ambientale: questo si è tradotto in progetti di concreta applicabilità destinati sia alle imprese sia alle autorità di governo di tutto il mondo. Per questi motivi, i progetti sulle filiere vegetali e animali, come l’importante l’attività nella zootecnia di precisione, sono destinati a segnare l’attività di ricerca e produttiva dei prossimi anni.

Fiere di Cremona - novembre 2017

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags