Smithfield investe in bioscienza nel settore umano partendo da tessuti ed organi derivanti da suini

Oggi Smithfield Bioscience vende già sottoprodotti per l'industria farmaceutica e nutraceutica per lo sviluppo di farmaci contro l'indigestione, ipotireoidismo e trombosi...

Giovedì 20 Aprile 2017 (3 mesi 30 giorni fa)

smith 1Smithfield ha annunciato un nuovo ramo d'azienda: Smithfield Bioscience, una piattaforma strategica per l'utilizzo dei sottoprodotti dei suini con finalità d'uso farmaceutico, nutraceutico e come dispositivi medici.

Oggi Smithfield Bioscience vende già sottoprodotti per l'industria farmaceutica e nutraceutica per lo sviluppo di farmaci contro l'indigestione, ipotireoidismo e trombosi. L'ampliamento di questa attività si concentrerà sul tema della rigenerazione dei tessuti e la possibilità di utilizzo degli organi per trapianti.

Uno dei primi progetti di Smithfield Bioscience è la partecipazione con l'Advanced Regenerative Manufacturing Institute (ARMI), un'iniziativa pubblico-privata negli USA che raccogli 100 centri di ricerca, robotica e farmaceutica che ha come obiettivo lo sviluppo di tecnologie di nuove generazioni e manufatture di cellule, tessuti e organi, e conta con i fondi del Ministero della Difesa che auspica di poter guarire soldati feriti in guerra tramite la riparazione cellulare e tissutale. Smithfield Bioscience lavora anche con la Facoltà di Medicina di Harvard e l'Università del Columbia per la ricerca e sviluppo di terapie immunologiche.

 

Smithfields - aprile 2017

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags