Interazione tra arginina ed ossido di zinco sulla capacità antiossidante e la risposta immunitaria nel suinetto

L'interazione tra il contenuto in Arginina e la supplementazione con ZnO può avere un impatto negativo sulla capacità antiossidante e sulla risposta infiammatoria nei suinetti allo svezzamento...

Mercoledì 6 Dicembre 2017 (7 giorni fa)
andrew

L'ossido di zinco e l'arginina migliorano l'accrescimento dei suinetti appena svezzati, tuttavia, i meccanismi d'azione non sono ben conosciuti. L'arginina è un precursore essenziale per la sintesi dell'ossido nitrico (NO). Si sa che una maggiore concentrazione di NO blocca la liberazione di Zn2+ nelle cellule endoteliali e migliora l'attività antiossidante.

Pertanto, in questo studio è stata valutata l'attività antiossidante e la risposta infiammatoria di 48 suinetti alimentati con diete supplementate con o senza ossido di zinco (2.500 mg/kg) e arginina (1%). A 20gg di vita, i suinetti vennero distribuiti in maniera omogenea tra i trattamenti ed il giorno 5 vennero sottoposti ad una iniezione di lipopolisaccaridi (100 μg/kg). La metà ricevette un'altra iniezione il giorno 12. Vennero prelevati campioni di sangue subito prima dell'iniezione e a 6, 24 e 48 ore dopo. Vennero raccolti anche campioni della mucosa dell'ileo dopo l'eutanasia i giorni 7 e 14.

Supplementare con Zn aumentó il glutatione (GSH) totale (ridotto e totale) tra i giorni 5 e 7. E l'arginina diminuì il GSH ossidato i giorni 5 e 12 e la correlazione della capacità totale antiossidante e lo stato ossidativo totale tra i giorni 12 e 14. Lo Zn diminuì la malonaldeide a livello plasmatico nei giorni 5 e 12 post-svezzamento e l'aptoglobina sierica al giorno 12, mentre aumentò l'espressione della metallotioneina-1 e la capacità antiossidante totale nella mucosa dell'ileo al giorno 14. La concentrazione del Fattore di Necrosi Tumorale α diminuì dal giorno 5 al 12.

Questo studio ha permesso di osservare che la supplementazione delle diete post-svezzamento con Zn ha ridotto l'ossidazione dei lipidi nel plasma e la concentrazione dell'aptoglobina, e la supplementazione con arginina non presentó questi effetti. Entrambi i supplementi ebbero effetti inconsistenti sui parametri infiammatori ed ossidativi in risposta all'infiammazione da lipopolisaccaridi. Tuttavia, sembra che lo zinco modifichi il metabolismo del GSH e l'arginina potrebbe influenzare negativamente lo stato antiossidante dei suinetti con un sistema immunitario sensibilizzato.

Il livello di arginina nell'alimentazione dei suinetti deve essere scelto con cura per evitare possibili interazioni negative sullo stato antiossidante durante il periodo successivo allo svezzamento.

Bergeron, N., Robert, C., and Guay, F. (2017). Feed supplementation with arginine and zinc on antioxidant status and inflammatory response in challenged weanling piglets. Animal Nutrition, 3(3), 236-246. https://doi.org/10.1016/j.aninu.2017.06.009

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Nutrimail

Un bollettino mensile di notizie sulla nutrizione suina

Non sei iscritto nella lista

30-Nov-201726-Ott-201728-Set-201731-Ago-2017

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui