Leggere questo articolo in:

Un consiglio per affrontare l'anno nuovo: allacciare le cinture!!!!...

Se ancora non l'avete fatto...allacciate le cinture perchè il 2017 sarà un anno molto sorprendente ed interessante per la suinicoltura globale... Tutti i paesi produttori di suini che lo fanno in modo competitivo si stanno espandendo, e in alcuni luoghi come USA e Cina, a velocità fulminante... Il principale propulsore di questo fermento è il basso costo dell'alimentazione in tutto il mondo, e prezzi di vendita molto elevati in Cina. Il costo delle materie prime così basso a livello mondiale assieme a prezzi di vendite buoni, fanno reddito, nonostante le grandi perdite nel recente passato... e rimane il mistero Trump...

Lunedì 9 Gennaio 2017 (4 mesi 14 giorni fa)
guascone

Se ancora non l'avete fatto...allacciate le cinture perchè il 2017 sarà un anno molto sorprendente ed interessante per la suinicoltura globale... Tutti i paesi produttori di suini che lo fanno in modo competitivo si stanno espandendo, e in alcuni luoghi come USA e Cina, a velocità fulminante... Il principale propulsore di questo fermento è il basso costo dell'alimentazione in tutto il mondo, e prezzi di vendita molto elevati in Cina. Il costo delle materie prime così basso a livello mondiale assieme a prezzi di vendite buoni, fanno reddito, nonostante le grandi perdite nel recente passato.

4 anni fa il prezzo del mais era di $7,00/bu ($275/Tm); sono stato chiamato da un'importante società agricola chiedendomi se credevo che il prezzo del mais negli USA sarebbe tornato ad essere mai al di sotto dei $4,00/bu ($157/Tm). Anche se tuttavia non abbiamo recuperato i livelli del 2006 (pre-etanolo), il prezzo del mais negli USA è molto vicino a $3,00/bu ($118/Tm). La farina di soia proteica (48%) continua ad avere un comportamento similare... Questo significa che la maggior parte dei produttori negli USA normalmente spendono in alimentazione per suini fino a 97 kg (214 lbs) circa $65. Da aggiungere altri $60 per i costi non-alimentari e  il break-even della redditività è di circa $1,28/kg ($0,58/lb)/ peso morto.

Quello che veramente sorprende è che il costo del mangime per produrre un solo capo è variato solamente di 2-3 dollari/suino durante tutto l'anno del 2016.  I costi alimentari bassi e stabili sono potenti spinte per l'espansione. Nonostante il calo dei prezzi al di sotto del costo di produzione nel quarto trimestre, la maggior parte dei produttori ha assicurato il proprio prezzo , in un modo o nell'altro, incredibilmente, di fronte ad aumenti di produzione senza precedenti che ci aspettano nel 2017; i prezzi di mercato sono saliti dai minimi di dicembre fino a ridurre le perdite alla metà. Questo può essere che ci porti ad un cambiamento, dato che i futures brevi indicano una forte correzione al ribasso a breve termine per uguagliare l'offerta di previsione record per la prima metà del 2017 , come pubblicato dall'USDA nel rapporto del "Quarterly Hogs and Pigs" di dicembre.

Sommandosi a questa produzione massiccia di suini (c'è stato anche un record di produzione totale di carni rosse negli USA), rimane l'incertezza dell'amministrazione Trump per quanto riguarda gli accordi internazionali del commercio sia quelle già stabilite che quelle quasi concluse ( Accordo Transpacifico, o TPP e l'Associazione Transatlantica del Commercio ed Investimento, il TTIP)... Il presidente eletto Trump ha espresso che cancellerà la partecipazionre americana sul TPP subito al primo giorno di governo. La produzione della UE (specialmente in Spagna) così come quella americana (e ancora di nuovo il Brasile), richederà una grande attività esportatrice per evitare il disastro economico in queste zone... Questo sta provocando malessere tra i produttori di suini americani che credono che l'amministrazione Obama ed il Congresso furono troppo lenti per raggiungere un accordo in breve termine, sopratutto nel caso del TPP...

La magior parte  dei politici e dei media degli USA, tuttavia, non sanno come "leggere" il presidente Trump, dato che implica un modello completamente nuovo di leaderanza e relazioni internazionali... Spesso i suoi pronunciamenti parlano di aperture dei negoziati e a volte sono mal interpretati come dichiarazioni politiche dato che la classe politica ed i media americani non si erano mai trovati con questa tipologia di comunicazione e relazioni. Chissà, il più bravo è quello che ha scritto che finora solo quello che si sa è che i suoi seguaci "lo prendono sul serio, ma non alla lettera", mentre altri..."lo prendono alla lettera...ma non seriamente". Quando annuncia che toglierà gli USA dal TPP, quello che veramente vuole dire è che ci sarà un nuovo trattato, non che  non si faranno accordi con i principali interlocutori e soci commerciali. C'è di più di come rimarrà tutto questo, ma qui ci sono alcune tracce che mostrano che il 2017 sarà un anno dei più interessanti della memoria moderna...

E' possibile che il commercio statunitense ed altre relazioni strategiche siano nude dei loro marchi burocratici e che portino molto lontano gli intenti di definire la politica dei paesi membri ( che hano già esternato obiezioni rispetto alla loro perdita di sovranità). La rottura che il presidente Trump porterà alle politiche governamentali stabilite, determinerà un'opportunità senza precedenti affinchè le nazioni ripensino alle proprie priorità , che ora non sono più la verità... Per esempio: il fabbricante di vino cinese Fuyao Group, sta pensando di spostare le cantine dalla Cina agli USA per guadagnare redditività. In  un recente articolo della rivista Fortune, questa azienda informa che le imposte sono più elevati in Cina del 35% rispetto agli USA e che la combinazione di terreni a basso costo e infrastrutture e trasporto economici e affidabili compensano lo svantaggio dei costi di manodopera più elevati. Ci resta da sperare che il presidente Trump faciliti drammaticamente questi spostamenti e dia il passo a nuove opportunità di affari in base alla sua intelligenza ed ingenuità di fronte alla burocrazia e regole pre-stabilite, alcune veramente molto datate... Dirò di più nel prossimo articolo...

Cosa si dice sui mercati

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Pubblica un nuovo commento

captcharicaricare

tags