Leggere questo articolo in:

Cile, un mercato interessante per le aziende spagnole del settore dei suini

Secondo il rapporto che l'ICEX ha appena pubblicato sul mercato cileno dei prodotti di "capa blanca": questo è un mercato interessante per le aziende spagnole del settore. Tuttavia, ciò dipende, in larga misura, dalla posizione che ciascuno intende o può adottare...

Martedì 19 Marzo 2019 (3 mesi 27 giorni fa)
mi piace

Per tutto l'anno 2017, il Cile ha prodotto prodotti a base di carne suina del valore di 1.026.204 MUS $ 1. Allo stesso modo, fino ad oggi, negli ultimi tre anni, la Spagna è stata il principale fornitore di prodotti a base di suino bianco nel mercato cileno nel triennio 2015-2017. Va notato che gli Stati Uniti sono al secondo posto nella classifica delle esportazioni verso il Cile, con un volume di esportazioni nettamente inferiore a quello della Spagna.

D'altra parte, in relazione al commercio estero in Cile i prodotti a base di suino bianco, negli ultimi anni le esportazioni sono state significativamente più alte delle importazioni. Tuttavia, nel 2017 la bilancia commerciale cilena si è invertita, diventando un importatore netto a seguito della forte domanda interna e la mancanza di offerta interna (che assegna il 59% della sua produzione per l'esportazione). Le importazioni sono aumentate del 56% rispetto al 2016 e, di conseguenza, hanno beneficiato le società spagnole, appartenenti al primo paese esportatore dei prodotti studiati in Cile. Tuttavia, anche se si potrebbe considerare questa situazione positiva per tutti coloro che vogliono iniziare le loro esportazioni verso il Cile, è da notare che c'è un pubblico-privato nel paese andino per ottenere una maggiore produzione e competere strategicamente con prodotti di carne suina importata.

In relazione alle imprese che operano con prodotti di carne di maiale capa blanca, quattro grandi catene di distribuzione che si sono divisi quasi il totale del mercato, con una quota combinata del 92,5% delle vendite di alimenti e bevande. Questi sono: gruppo Walmart, con il 38%; Gruppo Cencosud, con il 26%; Gruppo SMU, con il 21,5%; e il gruppo Falabella, con il 7%. Pertanto, è importante evidenziare l'alto grado di concentrazione del mercato che hanno nelle loro mani.

Come il consumatore cileno va sottolineato che il suino è al terzo posto, preferito dalle famiglie cilene e che il Cile è più che triplicato negli ultimi 30 anni il consumo interno di prodotti a base di carni suine, dal consumo di carne 5 kg / pc a 18 kg / pc. L'aumento della popolazione, l'aumento del reddito pro capite e l'apertura degli scambi hanno permesso l'accesso a questi prodotti a un maggior volume di consumatori cileni e li hanno ottenuti a prezzi inferiori. Le attese di crescita del consumo cileno di carni suine fanno del Cile uno scenario favorevole per le esportazioni spagnole. Tuttavia, è necessario tenere conto del fatto che la sua popolazione è di 17 milioni di abitanti e la crescita demografica del paese è lenta.

Marzo 2019/ ICEX/ Spagna.
https://www.icex.es

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

12-Lug-201905-Lug-201928-Giu-201921-Giu-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui