MIPAAF e Ministero della Salute propongono assieme certificazione volontaria di filiera tramite Classyfarm, si inizia con il settore dei suini

Il sistema è stato studiato anche per indirizzare le politiche di valorizzazione delle produzioni zootecniche, nel rispetto delle aspettative dei consumatori e della società civile...

Venerdì 25 Ottobre 2019 (1 mesi 18 giorni fa)
mi piace

I Ministeri della Salute e delle Politiche Agricole insieme per lo sviluppo di un percorso volontario di certificazione degli allevamenti zootecnici.
Il 21 ottobre i Ministeri della Salute e delle Politiche Agricole presenteranno agli stakeholder un percorso di certificazione volontaria degli allevamenti e dei loro prodotti. L'incontro è stato organizzato dalla Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari (DGSAF) e dal Dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale (DIPEISR). I due Dicasteri - riferisce una nota della FNOVI- hanno lavorato a protocolli applicabili ai diversi allevamenti, a cominciare da quelli dei suini da ingrasso.

Il sistema è stato studiato anche per indirizzare le politiche di valorizzazione delle produzioni zootecniche, nel rispetto delle aspettative dei consumatori e della società civile, sempre più interessata alla conoscenza dell’origine delle materie prime, alla qualità e alla sicurezza alimentare, alle tecniche di allevamento e alle condizioni di benessere degli animali.

Integrazione delle informazioni- A seguito della riorganizzazione del sistema nazionale di miglioramento genetico animale, le informazioni del ClassyFarm dovranno essere integrate con quelle raccolte in allevamento. Spetta ai due Ministeri, Salute e Agricoltura, realizzare l'integrazione ciascuno per la parte di competenza. La norma di riferimento è contenuta nella riforma della riproduzione animale, il Decreto legislativo 11 maggio 2018, n. 52, che all'articolo 4 disciplina la raccolta dei dati in allevamento finalizzata alla realizzazione del programma genetico.
La norma prevede che i dati siano registrati nella Banca dati unica zootecnica a livello nazionale tramite meccanismi di cooperazione applicativa con la Banca dati nazionale dell'anagrafe zootecnica (BDN) del Ministero della salute. E' affidata a un decreto interministeriale la definizione delle modalità di accesso ai dati.

Lunedì, 14 ottobre 2019/https://www.anmvioggi.it/

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

06-Dic-201929-Nov-201922-Nov-201915-Nov-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui