Leggere questo articolo in:

Nuovo aumento dell'indice dei prezzi FAO per la carne suina

Ad agosto, i prezzi della carne suina si sono ulteriormente rafforzati a causa della forte domanda di importazioni in Asia dovuta alla PSA, peste suina africana...

Mercoledì 18 Settembre 2019 (1 mesi 2 giorni fa)
mi piace

L'indice dei prezzi della carne della FAO ammontava in media a 179,8 punti in agosto, vale a dire un aumento dello 0,5% (quasi 1 punto) rispetto al suo valore rivisto a luglio, che continua la tendenza di moderati aumenti di prezzo inter-mensili registrati da febbraio. Con l'aumento più recente, il valore dell'indice è, rispettivamente, del 12,3% e del 7,8% superiore ai livelli di gennaio 2019 e agosto dell'anno scorso. Ad agosto, i prezzi della carne suina sono stati ulteriormente rafforzati a causa della forte domanda di importazioni in Asia, principalmente in Cina, dove la peste suina africana ha continuato a limitare la produzione nazionale di questa carne. Nonostante la forte domanda di importazioni, i prezzi del pollame e della carne ovina sono rimasti stabili, a causa di un aumento della disponibilità esportabile nelle principali regioni produttrici. Mentre il commercio internazionale di carni bovine è rimasto solido, i prezzi espressi in USD sono leggermente diminuiti, a causa dell'indebolimento delle valute nazionali di alcuni dei maggiori paesi esportatori, tra cui l'Australia.

precio porcino FAO

D'altro canto, l'indice dei prezzi dei cereali della FAO è diminuito del 6,4% rispetto al mese precedente. I valori del mais sono diminuiti notevolmente a causa delle aspettative di un raccolto molto più ampio di quanto previsto negli Stati Uniti d'America, il più grande produttore ed esportatore di mais al mondo. Anche i prezzi del grano hanno subito una pressione al ribasso, riflettendo un'ampia disponibilità delle esportazioni, mentre i prezzi del riso sono aumentati, a causa di fattori stagionali e preoccupazioni per l'impatto delle avverse condizioni climatiche sulle colture thailandesi.

L'indice dei prezzi dello zucchero della FAO è sceso del 4,0% rispetto a luglio, principalmente a causa dell'indebolimento del real brasiliano, nonché delle prospettive di maggiori spedizioni dall'India e dal Messico.

Al contrario, l'indice dei prezzi degli oli vegetali è aumentato del 5,9% in agosto, raggiungendo il livello più alto negli ultimi undici mesi, in un aumento della domanda globale di importazioni di olio di palma, nonché condizioni meteorologiche sfavorevoli nelle principali regioni di produzione dell'Indonesia. Anche i prezzi dell'olio di soia sono aumentati, in parte a causa di volumi di macinazione inferiori alle attese in Nord America.

Giovedì 5 settembre 2019/ FAO.
http://www.fao.org

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

18-Ott-201911-Ott-201904-Ott-201927-Set-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui