Leggere questo articolo in:

Premio Alimentos de España ai migliori prosciutti jamón 2018, modalità di assegnazione

Questi premi, che vengono assegnati per la seconda volta, hanno lo scopo di promuovere il prosciutto di qualità e migliorare la propria immagine e posizione nei mercati...

Giovedì 21 Febbraio 2019 (7 mesi 1 giorni fa)
mi piace

Lo scorso mese di dicembre, il Ministerio de Agricultura, Pesca y Alimentación ha assegnato il Premio “Alimentos de España al Mejor Jamón 2018”, nelle sue categorie “Jamón de Bellota Ibérico” e “Jamón Serrano o altre Figuras de Calidad Reconocidas”. Questi premi, che vengono assegnati per la seconda volta, hanno lo scopo di promuovere il prosciutto di qualità e migliorare la propria immagine e posizione nei mercati.

Il premio per la modalità “Jamón de Bellota Ibérico” è caduto sul Jamón de Bellota 100% Ibérico “Monte Nevado Añada 2014”, presentato da Jamones Segovia, S.A., de Carbonero el Mayor (Segovia) e nella modalità “Jamón Serrano u otras Figuras de Calidad Reconocidas” è stato dato al “Jamón “Vallejo”, della I.G.P. Jamón de Trevélez, presentato da Jamones Vallejo, S.L., de Trevélez (Granada).

I finalisti nel caso della modalità “Jamón de Bellota Ibérico” sono stati Jamón “Torreón Ibéricos”, jamón de bellota ibérico 50% razza iberica, presentato da Ibéricos Torreón Salamanca, S.L., de Villares de la Reina (Salamanca) e Jamón “Encinares del Sur-Añada 2015”, jamón de bellota 100% ibérico, DOP Los Pedroches, Dehesas Reunidas, S.L., de Bélmez (Córdoba).

I prosciutti Jamón “Monte Nevado-Jamón Serrano 24”, della ETG Jamón Serrano, presentato da Jamones Segovia, S.A., de Carbonero el Mayor (Segovia) e “Jamón Serrano Gran Reserva”, della ETG Jamón Serrano, presentato da Embutidos y Jamones España e Hijos, S.A., de Escalonilla (Toledo) sono risultati i finalisti nella modalità “Jamón Serrano u otras Figuras de Calidad Reconocidas”

Per la procedura di selezione dei campioni, organizzazione e logistica nella ricezione degli stessi, nonché nelle sessioni di valutazione sensoriale, il Ministero ha contato sulla collaborazione dell'IRTA (Istituto pubblico di ricerca e tecnologia agro-alimentare della Generalitat de Catalunya) . Inoltre, per la valutazione sensoriale, vi erano esperti assaggiatori dell'IRTA, oltre al Servizio di analisi e innovazione negli alimenti di origine animale dell'Università di Extremadura (SIPA), e altri proposti dal settore, tutti di riconosciuto prestigio. Questa valutazione consisteva in due fasi: una visuale per valutare l'aspetto esterno e il taglio e un altro odore-gusto che consente di riconoscere l'aroma, il sapore, la consistenza e altre sensazioni in bocca, persistenza e gusto residuo e impressione generale.

Giovedì 19 febbraio 2019/ MAPA/ Spagna.
https://www.mapa.gob.es

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

20-Set-201913-Set-201906-Set-201930-Ago-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui