Leggere questo articolo in:

Unione Europea: riduzione della fabbricazione di mangimi per suini

Mentre la produzione di mangimi per suini si è ridotta del 2%, i mangimi per bovini ed avicoli sono aumentati del 1,5% e 1%, rispettivamente.

Lunedì 4 Febbraio 2013 (4 anni 6 mesi 19 giorni fa)

I dati preliminari della Federazione Europea dei Produttori di Mangimi (FEFAC, in sigla inglese) mostrano che la produzione di mangimi composti nella UE-27 nell'anno 2012 ha raggiunto un livello stimato di 151,9 milioni di ton., ovvero, lo stesso volume del 2011 e 2010.

Mentre la produzione di mangimi per suini si è ridotta del 2%, i mangimi per bovini ed avicoli sono aumentati del 1,5% e 1%, rispettivamente. Come conseguenza, la fabbricazione di mangimi per avicoli ha consolidato la sua posizione di segmento leader al disopra dei mangimi per suini.

I fattori più importanti che hanno pesato sulla domanda di mangimi nella UE nel 2012 sono stati la fragile situazione economica del settore suinicolo e l'aumento dei costi delle materie prime utilizzate nella fabbricazione dei mangimi.

Venerdì 18 gennaio 2013/ FEFAC/ Unione Europea.http://www.fefac.eu

Ultima ora

Il Kazachistan verso l'export di granaglie05-Feb-2013 4 anni 6 mesi 18 giorni fa

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

18-Ago-201711-Ago-201704-Ago-201728-Lug-2017

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui