Leggere questo articolo in:

Effetti dell'Escherichia coli e del Clostridium perfringens sul seme di verro stoccato

Gli effetti dell'E. coli dipendevano dalla carica batterica e dal periodo di conservazione, mentre quelli del C. perfringens erano principalmente dipendenti dalla carica batterica...

Martedì 13 Marzo 2018 (6 mesi 9 giorni fa)
mi piace

E' stata comparata la qualità spermatica delle dosi seminali di verro inoculate artificialmente con Escherichia coli o Clostridium perfringens e stoccate a 15°C durante un periodo di 9 gg. Sono state utilizzate dosi seminali di 10 verri Piétrain, sessualmente maturi, che erano state diluite in BTS ed infettate con E. coli o con C. perfringens, ad una carica batterica che oscillava tra 101 e 107 ufc/ml. Durante lo stoccaggio, i cambiamenti nella qualità degli spermatozoi sono stati determinati valutando il pH e la vitalità, la mobilità e la morfologia degli spermatozoi, nonché il grado di agglutinazione spermatica e l'interazione spermatozoi-batteri.

L'infezione delle dosi seminali ha portato ad una alcalinizzazione del liquido, che era di maggiore estensione nelle dosi infette da C. perfringens. È stato osservato che l'effetto della contaminazione sulla vitalità degli spermatozoi e la motilità dipendevano dal tipo e dalla carica batterica. L'E. coli si mostró più dannoso del C. perfringens con cariche batteriche tra 101 a 106 ufc/ml, mentre l'effetto dannoso di C. perfringens era maggiore dell'E. coli ad una carica batterica di 107 ufc/ml. Sebbene la morfologia degli spermatozoi non venne influenzata nè dal tipo di batterio nè dalla carica batterica, l'agglutinazione degli spermatozoi e l'interazione spermatozoi-batteri erano caratteristici delle dosi infettate con E. coli ed aumentavano in maniera concomitante con la carica batterica e durante il periodo di stoccaggio.

In conclusione, gli effetti dell'infezione dell'E. coli sulla qualità dello sperma erano dipendenti tanto dalla carica batterica come dal periodo di stoccaggio, mentre gli effetti del C. perfringens erano principalmente dipendenti dalla carica batterica, con una soglia di 107 ufc/ml a partire dalla quale la qualità dello sperma delle dosi seminali era molto colpita.

Elisabeth Pinart, Esther Domènech, Eva Bussalleu, Marc Yeste, Sergi Bonet. A comparative study of the effects of Escherichia coli and Clostridium perfringens upon boar semen preserved in liquid storage. Animal Reproduction Science. Volume 177, February 2017, Pages 65-78. Animal Reproduction Science. Volume 177, February 2017, Pages 65-78. https://doi.org/10.1016/j.anireprosci.2016.12.007

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags