Malattie

Malattie causate da batteri

AppLa pleuropolmonite da App è un'infezione batterica di grande impatto sull'apparato respiratorio. La produzione di tossine molte volte causa mortalità improvvisa con ermorragia nasale.

ActinobacillosiL'actinobacillosi è causata da un batterio sistemico presente in molti allevamenti ad elevata sanità, che provoca artriti, polmoniti o decolorazione della pelle di suini di tutte le età.

AntraceL'antrace nei suini è relativamente rara e si presenta con morte improvvisa, ma può manifestarsi in 3 forme diverse basate sulla localizzazione dell'infezione: antrace della faringe, antrace intestinale o antrace sistemico. E' problematico fare la diagnosi sul campo, dato che si può contaminare l'ambiente con le spore. E' una zoonosi.

Artrite da MicoplasmaMycoplasma hyosynoviae e M. hyorhinis sono presenti nella maggior parte degli allevamenti e causano artriti nei suini.

BordetellosiLa Bordetella bronchiseptica è un batterio che può causare rinite o polmonite nei suini. Se non ci sono complicazioni, e senza la presenza della Pasteurella multocida tossigena tipo D, la malattia ha scarse conseguenze cliniche o economiche.

BotulismoLa tossina prodotta dal Clostridium botulinum causa paralisi flaccida progressiva, ma i suini sono molto resistenti a questa tossina.

BrucellosiLa brucellosi è una malattia batterica che determina principalmente problemi riproduttivi. Causa infiammazione dei testicoli ed aborti. E' una zoonosi.

CampylobacterL'infezione nei suini da Campylobacter è normalmente subclinica, colpisce principalmente i suinetti causando febbre e diarrea.

Clostridium difficileLa malattia causata dal Clostridium difficile si caratterizza per una diarrea nei suinetti a poche ore di distanza dalla nascita.

Clostridium novyiLa malattia da Clostridium novyi si caratterizza da cancrena e/o cellulite con morte improvvisa.

Clostridium perfringensLa malattia causata da Clostridium perfringens si presenta come un'enterite acuta o cronica dei suinetti.

ColiteLa colite è un'infezione dell'intestino crasso di suini da 6 a 14 settimane di età che si caratterizza con diarrea non sanguinolenta e con poco o niente muco.

Diarrea da E. coliLa diarrea da E. coli colpisce principalmente i suinetti lattanti causando grande mortalità: è la più frequente delle diarree e la più importante.

Dissenteria suinaLa dissenteria suina è causata dal batterio Brachyspira hyodysenteriae e si caratterizza per un diarrea del grande intestino con sangue e muco: si presenta principalmente nei suini all'ingrasso.

Epidermite essudativaL'infezione da Staphylococcus hyicus causa una dermatite generalizzata o focale, umida e grassa nei suinetti lattanti o svezzati.

ErisipelaL'erisipela è una malattia batterica sistemica che si caratteriza per lesioni cutanee a forma di diamante; il decorso cronico determina artriti.

IleiteL'enteropatia suina colpisce il piccolo intestino e può manifestarsi in tre forme distinte: la forma iperacuta, che causa morte improvvisa con sangue nell'intestino; la forma acuta che causa ingrossamento del piccolo intestino ed adenopatia; e la forma cronica, che causa enterite necrotica.

Infezione da YersiniaL'infezione da Yersinia normalmente è subclinica nei suini, tuttavia, i suinetti in svezzamento possono avere diarrea.

LeptospirosiLa leptospirosi è una malattia causata da un batterio che predilige i reni, causando anche problemi riproduttivi.

ListeriosiLa listeriosi è una malattia batterica sistemica rara che causa problemi riproduttivi e setticemia nei suinetti.

Malattia degli edemiLa malattia degli edemi è osservata nel post-svezzamento causata da un E. coli K88 (F4) o F18 che produce una tossina vascolare molto potente che causa morte improvvisa e/o sintomi nervosi.

Malattia di GlässerLa malattia di Glässer è causata da un batterio setticemico che provoca poliserosite ed artrite sporadica, sopratutto nei lattoni e magroni.

Mycoplasma suisMycoplasma suis causa anemia nei suini ed agalassia. In precedenza questa infezione veniva denominata eperitrozoonosi.

PasteurellosiLa Pasteurella multocida è frequente causa di polmonite come infezione secondaria ad un altro patogeno respiratorio (polmonite enzootica, PRRS, influenza).

Polmonite enzooticaIl principale problema associato alle infezioni da M. hyopneumoniae è una malattia respiratoria cronica. Normalmente è un patogeno che amplifica la severità di altre infezioni come influenza e prrs.

Rinite AtroficaLa rinite atrofica si presenta con un'infiammazione dei tessuti delle fosse nasali che può determinare la deviazione del setto nasale dei suini.

SDPP (Sindrome Disgalassia Post Parto)Questa patologia è caratterizzata da infiammazione delle mammelle (mastite) ed infiammazione del sistema riproduttivo (metrite) che finisce in una mancanza di liberazione del latte o in una diminuzione della produzione (agalassia).

SalmonellosiLa salmonellosi è una malattia infettiva di grande importanza per i suini dovuto al fatto di poter determinare intossicazioni alimentari nell'uomo. Clinicamente si osserva diarrea, malattia sistemica o polmonite.

StreptococcosiLo Streptococcus suis è lo streptococco più importante nei suini, causando polmoniti, setticemie, artriti ed encefaliti, oltre ad essere importante per la salute pubblica perchè è una zoonosi.

TetanoIl Clostridium tetani produce tossine che coinvolgono il sistema nervoso causando ipersensibilità, rigidità degli arti e muscoli, opistotono.

TubercolosiLa tubercolosi suina attualmente è rara, essendo più frequente il complesso Mycobacterium avium. La sua importanza ricade nella presenza di noduli presso i linfonodi che risultano un motivo di sequestro della carcassa in sede di macellazione.

Malattie causate da virus

AftaL'afta è una delle malattie vescicolari di maggior importanza.

Circovirosi suinaIl cicovirus suino tipo 2 produce una malattia di grande impatto economico. Clinicamente si presenta come una malattia da deperimento: evoluzione lenta con elevata mortalità. Può anche presentarsi come una sindrome della dermatite-nefrite con elevata mortalità.

Citomegalovirus suinoL'infezione da citomegalovirus è molto comune e le conseguenze normalmente sono insignificanti, determina rinite e sternuti.

Coronavirus respiratorio suinoL'infezione dal coronavirus respiratorio suino normalmente non ha un'importanza clinica, anche se produce anticorpi che proteggono contro la gastroenterite trasmissibile virale (TGE).

Delta coronavirusLa diarrea da delta coronavirus è simile alla diarrea epidemica suina (PED) ma è molto meno grave.

Diarrea Virale BovinaMalattia causata da pestivirus dello stesso gruppo del virus della peste suina. Questi virus colpiscono sopratutto i bovini ed ovini, ma possono entrare negli allevamenti di suini causando problemi riproduttivi.

Diarrea epidemica suinaLa diarrea epidemica suina è causata da un coronavirus che provoca vomito e diarrea con mortalità fino al 100% in suinetti sensibili con meno di 2 settimane di età.

Encefalite B del GiapponeL'encefalite giapponese B è causata da un virus che si trova nel sud asiatico: si trasmette via zanzare e si presenta come un problema riproduttivo.

Encefalomielite emaglutinanteL'encefalomielite emaglutinante è una malattia esclusiva dei suini con meno di 4 settimane che si caratterizza per vomito e deperimento.

EncefalomiocarditeInfezione causata dal virus della encefalomiocardite, presente in tutti i continenti, che generalmente non ha importanza clinica, ma in alcuni casi determina miocardite con elevata mortalità o problemi riproduttivi.

EnterovirusGli enterovirus suini sono virus che vivono nell'intestino, tuttavia la loro importanza clinica è tutt'ora oggetto di discussioni.

Epatite EL'epatite E si è verificata nei suini con un'importanza clinica discutibile, ma è un'infezione virale di grande importanza nell'uomo in paesi dell'Asia ed Africa.

Esantema vescicolareL'esantema vescicolare determina una malattia clincamente indistinguibile dall'afta, per cui di grande importanza politico-economica.

Gastroenterite trasmissibileLa gastroenterite trasmissibile è una malattia con gravi conseguenze economiche, sopratutto in scrofaia, dove la diarre dei suinetti causa una mortalità vicino al 100 % ad età inferiore a 2 settimane di vita.

Infezione da rotavirusIl rotavirus si presenta clinicamente come una diarrea dell'intestino piccolo di suinetti lattanti, oppure delle prime settimane dopo lo svezzamento.

InfluenzaL' influenza suina è una malattia respiratoria di grande importanza a causa della sua rapida diffusione e per essere una zoonosi.

Malattia Vescicolare dei SuiniLa malattia vescicolare dei suini non è frequente, ma la sua imortanza risiede nel fatto che clinicamente non è distinguibile dall'afta.

Malattia dal virus NipahIl virus Nipah produce una malattia respiratoria nei suini con importanti conseguenze zoonotiche.

Malattia dell'occhio bluE' una malattia virale che produce sintomi nervosi, perdite riproduttive e opacità della cornea, che diventa di colore blu.

Malattia di AujeszkyLa malattia di Aujeszky è causata da un herpesvirus che può rimanere latente provocando problemi respiratori e sintomi nervosi.

Malattia di TeschenI teschovirus non provocano sintomi clinici, ma ci sono ceppi molto virulenti che attaccano il sistema nervoso centrale.

PRRSLa sindrome riproduttiva e respiratoria dei suini (PRRS) è l'infezione che più ha impatto sull'economia suinicola negli USA ed in altri paesi europei. Come il suo nome indica, il virus determina problemi riproduttivi e respiratori.

ParvovirosiIl parvovirus principalmente colpisce primipare non vaccinate causando problemi riproduttivi, in particolare provoca suinetti mummificati.

Peste suina africanaLa peste suina africana è una malattia virale di grande importanza nei suini. E' una malattia di tipo sistemico e passibile di denuncia nella maggior parte dei paesi di tutti i continenti. Come nella peste suina classica, il virus è molto resistente e rimane attivo nelle carcasse per lunghi periodi.

Peste suina classicaLa peste suina classica è una delle malattie virali più importanti nei suini. E' una malattia sistemica e denunciabile nella maggior parte dei paesi del mondo.

RabbiaLa rabbia è una malattia virale rara nei suini.

Stomatite VescicolareLa stomatite vescicolare produce una malattia clinicamente indistinguibile dall'afta, per cui è di grande importanza politico-economica.

Torque teno sus virus Nei suini, il virus torque teno inizialmente fu associato alla sindrome del deperimento assieme al circovirus, oggi però non si conosce precisamente la sua importanza.

Vaiolo dei SuiniIl vaiolo dei Suini è una malattia di tipo vescicolare causata da un virus ed è trasmessa sopratutto tramite pidocchi.

Virus Ebola Reston L'ebola è un'infezione di grande importanza per l'uomo. Delle cinque specie di Ebolavirus, l'Ebola Reston non infetta l'uomo, ma infetta i suini.

Malattie causate da parassiti

AscaridiosiAscaris suum è il parassita intestinale più importante nei suini a causa delle perdite economiche che può infliggere.

CoccidiosiLa coccidiosi è causata da parassiti protozoari intracellulari e provocano sopratutto diarrea, sopratutto nei suinetti lattanti.

CriptosporidiosiI Cryptosporidium sono parassiti che assomigliano ai coccidi e che causano anche loro diarrea.

HyostrongilosiIl verme rosso dello stomaco può determinare gastrite.

Infestazione da pidocchiL'Haematopinus suis è il pidocchio dei suini che determina anemia: è anche la principale via di trasmissione del vaiolo dei suini.

MetastrongilosiLa polmonite causata da Metastrongylus spp è diffusa in tutti i continenti, sopratutto nei suini allevati all'aperto.

RognaLa rogna è una malattia delle cute causata da un parassita esterno (acaro) che si caratterizza per gravi gonfiori che colpiscono la crescita dei suini.

ToxoplasmosiLa toxoplasmosi è generalmente subclinica, ma il suo potenziale zoonotico è di grande importanza.

TrichinellosiLa trichinellosi è un'infezione senza sintomi clinici nei suini, ma è un'importante zoonosi.

TrichurosiTrichuris suis (verme a frusta) è un parassita del grosso intestino che causa diarrea nei suini in accrescimento.

Carenze nutrizionali

Anemia da mancanza di ferroLe cause dell'anemia sono varie, ma si presenta clinicamente sopratutto nei suinetti, causando pallore e perdita di accrescimento...

Deficit di biotinaLa mancanza di biotina è rara, ma può manifestarsi con perdita di setole, o alterazioni cutanee o zoppie, accompagnate o meno da fessure sugli zoccoli.

Malattia del cuore a forma di moraLa carenza di vitamina E o di selenio si presenta con mortalità improvvisa in suinetti appena svezzati.

Osteoporosi, rachitismo, mancanza di Vit D L'osteoporosi si caratterizza da una mancanza di calcio, fosforo, o vitamina D, che produce ossa deboli con predisposizioni alle fratture.

Intossicazioni

AflatossicosiLe aflatossine sono micotossine che si producono durante i periodi di siccità ed hanno importanza per essere cancerogeni, causando riduzione della sintesi proteica, compromettendo l'accrescimento dei suini ed indebolendo il sistema immunitario.

Avvelenamento da saleL'avvelenamento da sale è comune, si correla alla mancanza di disponibilità d'acqua e danneggia il sistema nervoso centrale.

ErgotismoLe tossine prodotte dalla segala cornuta in basse concentrazioni riducono gli accrescimento. Se sono presenti in quantità importanti provocano gangrena alle estremità e necrosi della coda e delle orecchie.

Intossicazione da fumonisinaLa fumonisina è una micotossina molto potente che provoca edema polmonare con mortalità elevata.

Intossicazione da zearalenoneE' una tossina estrogenica presente nel mais prodotta dal fungo Fusarium graminearum, il quale richiede livelli elevati di umidità per la loro replicazione e produzione di tossine.

VomitossicosiLa vomitossina è una micotossina che determina il rifiuto al mangime, provocando cali degli accrescimenti nei suini.

Altre

Atresia analeL'atresia anale è una condizione congenita nella quale i suinetti nascono senza orifizio esterno del retto. Questi suinetti hanno l'addome che aumenta di volume con l'età. Difficile da guarire ed i suini vanno incontro alla morte o devono essere eliminati.

Bruciatura da congelamentoLa bruciatura da congelamento è il risultato della necrosi cutanea e dei tessuti superficiali dovuta alle basse temperature.

CannibalismoIl cannibalismo nei suinetti svezzati ed in accrescimento rappresentano un grosso problema in alcuni allevamenti, determinando perdite economiche ingenti e peggiorando lo stato di benessere degli animali.

Epiteliogenesi imperfettaCondizione congenita nella quale il suinetto nasce sprovvisto di zone di pelle. Condizione poco frequente.

ErnieTra le molteplici anomalie congenite, le ernie ombelicali o inguinali sono le più frequenti. Si osservano difetti di sviluppo ed hanno una bassa ereditabilità.

OsteocondrosiL'osteocondrosi è una condizione non infettiva che determina zoppie nei suini in accrescimento molto rapido.

Pitiriasi roseaLa pitiriasi rosea è una dermatite non contagiosa dei suini giovani da 3 a 16 settimane di età.

Prolasso della vagina e delle cerviceIl prolasso della vagina e della cervice si presenta alla fine della gestazione oppure appena prima o dopo il parto.

Prolasso rettaleConsiste nell'estroflessione di parte del retto.

Prolasso uterinoConsiste nell'estroflessione parziale o totale di una o di entrambe le corna uterine.

Sindrome dello Stress dei SuiniLa sindrome dello stress suino è una condizione genetica che causa morte improvvisa, lasciando la muscolatura pallida ed essudativa, in fine lascia la carne dura, scura ed asciutta.

Sindrome intestinale emorragicaQuesta sindrome non ha una causa conosciuta e determinata morte improvvisa.

Splay legE' una malattia nella quale il suinetto appena nato si trova incapace di mantenere le sue estremità in posizioni corrette.

Stenosi rettaleLa constrizione o restringimento rettale è una patologia frequente legata ad una sequela del prolasso rettale.

Torsione dello stomaco ed intestinoLa torsione dello stomaco o dell'intestino piccolo è una causa frequente di morte improvvisa.

Tremori congenitiMalattia sporadica dove si osservano tremori nei suinetti appena nati. I tremori si riducono con l'età.

Trombocitopenia purpureaLa trombocitopenia purpurea è una malattia rara osservata nei suinetti giovani fino a 21 giorni di età caratterizzata da una mancata coagulazione.

Ulcera gastricaLe ulcere gastriche sono frequenti e si caratterizzano per produrre suini anemici, pallidi e con feci scure con sangue digerito.

Ulcere scapolariLe ulcere scapolari vengono osservate nelle scrofe in stato precario di condizione corporale, compromettendo il benessere delle scrofe.

Ustioni solariLe bruciature solari accadono sopratutto nei suini a setola bianca allevati all'aperto o con accesso a parchetti esterni.