Leggere questo articolo in:

Raffreddamento del pavimento delle gabbie parto nelle scrofe in lattazione sottoposte a stress da calore acuto

Una piastra di raffreddamento è stata sviluppata per le scrofe in lattazione con l'obiettivo di eliminare la produzione di calore in eccesso. Sono state valutate tre portate d'acqua. L'uso delle piastre ha ridotto i segni dello stress da calore...

Martedì 29 Maggio 2018 (10 mesi 26 giorni fa)
mi piace

Sono stati valutati gli effetti del raffreddamento del pavimento delle gabbie parto per scrofe alla fine dell'allattamento sottoposte a forte stress termico durante i mesi estivi. Per questo, un totale di 10 scrofe pluripare sono state fornite di una piastra di raffreddamento formata da una superficie di alluminio, una base di polietilene ad alta densità e tubi di rame. I trattamenti sono stati randomizzati per ricevere un flusso costante di acqua fredda di 0.00 (CONTROLLO, n = 4), 0.25 (BASSO, n = 2), 0.55 (MEDIO, n = 2) o 0, 85 (ALTO, n = 2) l / min per 100 min. Il raffreddamento è iniziato 1 ora dopo che la gabbia parto ha raggiunto una temperatura ambiente di 35 ° C. I tassi di respirazione, la temperatura vaginale e la temperatura della pelle (15 cm dietro l'orecchio) sono stati registrati prima del test, prima del raffreddamento e 5 volte (a intervalli di 20 minuti) dopo l'avvio della fase di raffreddamento del pavimento, mentre la temperatura rettale è stata registrata prima del test, prima del raffreddamento e negli ultimi 20 minuti di questo. Le portate e le temperature di ingresso e uscita dell'acqua sono state registrate 5 volte (intervalli di 20 minuti) per calcolare la rimozione del calore dopo l'avvio del raffreddamento. La procedura è stata ripetuta 8 volte (due volte al giorno per 4 giorni) e i trattamenti sono stati modificati casualmente in ogni ripetizione. La temperatura media della stanza e l'umidità relativa durante il test erano 35,1 ± 0,4 ° C e 68,4 ± 3,2%, rispettivamente.

La refrigerazione ha influenzato la frequenza respiratoria, la temperatura vaginale, la temperatura cutanea e la temperatura rettale dopo 80 minuti di raffreddamento, dove i tassi di respirazione medi erano di 122, 76, 67 e 45 respiri / min per i trattamenti CONTROLLO, BASSO, MEDIO e ALTO, rispettivamente. Dopo 80 minuti di refrigerazione, la temperatura media vaginale, la temperatura rettale e la temperatura della pelle erano 40,1, 40,0 e 39,4 ° C, rispettivamente per CONTROLLO; 39,5, 39,5 e 39,0 ° C, rispettivamente per BASSO; 39,4, 39,2 e 38,9 ° C, rispettivamente per MEDIO; e 39.2, 39.0 e 38.6 ° C, rispettivamente per il trattamento di flusso ALTO. La rimozione totale del calore durante il test è stata di 193, 321 e 365 W per i trattamenti con una portata BASSA, MEDIA e ALTA rispettivamente.

Lo studio conclude che le piastre di raffreddamento con flussi di acqua BASSA, MEDIA e ALTA riducono la frequenza respiratoria, la temperatura rettale e la temperatura vaginale nelle scrofe che allattano.

F.A.Cabezón, A.P.Schinckel, J.N.Marchant-Forde, J.S.Johnson, R.M.Stwalley. Effect of floor cooling on late lactation sows under acute heat stress. Livestock Science. Volume 206, December 2017, Pages 113-120. https://doi.org/10.1016/j.livsci.2017.10.017

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags