Leggere questo articolo in:

Valutazioni del programma di sorveglianza sanitaria suina in Svizzera

La popolazione dei suini della Svizzera gode di una buona situazione sanitaria. Tuttavia per migliorarla ulteriormente, il Pig Health Service (PHS) conduce un programma di vigilanza tra gli allevamenti affiliati...

Martedì 28 Giugno 2016 (3 anni 4 mesi 26 giorni fa)
mi piace

Situzione

La popolazione dei suini della Svizzera gode di una buona situazione sanitaria. Tuttavia per migliorarla ulteriormente, il Pig Health Service (PHS) conduce un programma di vigilanza tra gli allevamenti affiliati : i moltiplicatori a ciclo chiuso con lo status sanitario e di igiene tra i più elevati devono essere indenni dalla  dissenteria emorragica e dalla rinite atrofica progressiva e sono sottoposti ad una valutazione trimestrale che include analisi di laboratorio. Inoltre, ogni anno si ingrassano quattro lotti assieme a suini di altri allevamenti e si valutano cercando i segni clinici (gruppi di ingrasso monitorati-monitored fattening groups-MF).

Essendo costoso e laborioso, si sa poco dell'efficacia del programma di vigilanza per rilevare infezioni in un allevamento. Pertanto, si è studiata la loro sensibilità per le riniti atrofiche progressive e per la dissenteria emorragica a livello di allevamento utilizzando un "albero di piani d'azione", un metodo ben consolidato a livello nazionale. Inoltre, è stato stimato il costo ed il tempo fino al rilevamento dell'infezione per ottenere alcuni suggerimenti di come ottimizzare la vigilanza.

Resultati

La sensibilità media annuale della vigilanza per la dissenteria emorragica è stata del 96,7%, il tempo medio per la scoperta di 4,4 mesi ed i costi totali annui di 1.022,20 euro/allevamento. La sensibilità media del campione era tra il 62,5 e 77,0 %, mentre per gli MF erano tra il 7,2 ed il 12,7%.

Per quello che riguarda la rinite atrofica progressiva, la sensibilità media della vigilanza era del 99,4%, il tempo medio per il rilevamento di 3,1 mesi ed i costi annui di 842,20 euro. La sensibilità media del campione fu del 81,7% e quella dei MF era tra 19,4 e 38,6%.

Conclusioni

I risultati indicano che la sensibilità totale è alta per entrambe le malattie, mentre il tempo della rilevazione potrebbe supporre un rischio negli allevamenti con molta movimentazione dei suini. Di tutte le componenti, il prelievo di campioni attivi rappresentò il maggior contributo alla sensibiltà della vigilanza, mentre quella dei MF era molto bassa. Per aumentare l'efficienza, si dovrebbe intensificare i prelievi di campioni (più soggetti campionati) ed abbandonare i MF. Questo migliorerebbe significativamente la sensibilità ed il tempo del rilevamento con lo stesso o minor costo.

L'uso dell'albero dei piani d'azione ha dimostrato di essere utile per valutare l'efficienza della vigilanza a livello d'allevamento. La sua versatilità permette di adattarsi a tutti i tipi di scenari di vigilanza per ottimizzare la loro sensibilità, il tempo di rilevamento e/o i costi.

Christina Nathues, Anna Hillebrand, Stefanie Rossteuscher, Werner Zimmermann, Heiko Nathues and Gertraud Schüpbach. Evaluating the surveillance for swine dysentery and progressive atrophic rhinitis in closed multiplier herds using scenario tree modelling. Porcine Health Management20151:7. DOI: 10.1186/s40813-015-0001-2

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags