Leggere questo articolo in:

La portata al parto non spiega tutto

Quale indice spiega meglio le performance in una scrofaia: la portata al parto o i giorni non produttivi?...

Uno dei parametri più comunemente usati per valutare l'efficienza della gestazione di un allevamento di scrofe, è la portata al parto, o fertilità al parto, definito come la percentuale di scrofe coperte in un periodo che vanno a partorire. Pertanto, si presume, normalmente, che un allevamento con una portata al parto dell'85%, abbia un'efficienza in gestazione maggiore rispetto ad un allevamento con una portata al parto dell'80%. Tuttavia, se analizziamo un albero della produttività (figura 1), che mostra e mette in relazione i diversi parametri che influenzano i suinetti svezzati / scrofa coperta / anno, di un allevamento, vediamo che la portata al parto è ai livelli più bassi.

Figura 1. Albero della produttività dei suinetti svezzati/scrofa coperta/anno, comparativo dei due periodi.
Figura 1. Albero della produttività dei suinetti svezzati/scrofa coperta/anno, comparativo dei due periodi.

In questi tipi di alberi, più basso è un parametro, minore è l'influenza che ha sul parametro generale. Pertanto, la portata al parto spiega meno le performance in gestazione rispetto ai giorni non produttivi. In effetti, immaginiamo il caso precedente, due allevamenti con rispettive portate al parto dell'80% (allevamento A) e 85% (allevamento B). Se altri parametri come l'intervallo svezzamento-1a copertura, la durata della lattazione o le performance in sala parto, fossero gli stessi in entrambi, tendiamo a dire che l'azienda B è più efficiente della A. Tuttavia, se analizziamo le perdite di gestazione di entrambi gli allevamenti, abbiamo trovato quanto segue:

Tab 1- Perdite in gestazione per allevamento.

Rit. Cíclici Rit.Acíclici Aborti
Allevamento A 15% 5% 0%
Allevamento B 5% 5% 5%

L'allevamento B ha un minor numero di perdite riproduttive, però più tardive. Se prendiamo in considerazione i giorni medi non produttivi in entrambi gli allevamenti di 21gg (ritorni ciclici), 35gg (ritorni aciclici) e 75gg (aborti), troviamo quanto segue:

Tab 2.- Performance per allevamento.

Media GNP per ogni perdita in gestazione GNPs per ogni 100 coperture GNPs per copertura Intervallo tra parti Parti / scrofa / anno Destetados / cerda / año
Allevamento A 24,5 490 4,9 152.9 2,39 28,68
Allevamento B 43,7 655,5 6,55 154,55 2,36 28,32

GNP = giorni non produttivi
Nota- Si presuppone per entrambi gli allevamenti 28 giorni la durata della lattazione, 5 giorni di intervallo svezzamento-1a copertura e 12 suinetti svezzati/ scrofa.

L'allevamento B, con una portata al parto migliore, ha una produttività inferiore. Questo è un caso un po 'estremo, ma molto illustrativo, e cioè che la portata al parto dà una informazione parziale sulle performance in gestazione e le loro analisi esclusive possono portare a conclusioni errate. Come menzionato sopra e l'esempio ci mostra, i giorni non produttivi/ scrofa / anno, sono un parametro molto più globale e più affidabile per analizzare il ritmo produttivo di un allevamento. Tuttavia, mentre la maggior parte degli allevatori conosce la portata al parto del proprio allevamento, quasi nessuno conosce la media dei giorni non produttivi/ scrofa/ anno del proprio allevamento. La causa probabile è che questo secondo parametro è difficile da calcolare. Tuttavia, gli strumenti informatici attuali dovrebbero consentire non solo il calcolo di questo parametro, ma la loro analisi dettagliata. Come esempio, di seguito, viene mostrato un rapporto di analisi dei giorni non produttivi.

Figura 2. Analisi dei dati non produttivi.
Figura 2. Analisi dei dati non produttivi.

Questo rapporto suddivide i giorni non produttivi in 8 categorie, in base alla classificazione definita dal Dr. Koketsu (2005), e confronta i dati di un allevamento o di un gruppo di allevamenti con obiettivi definiti in base ai mezzi del database di PigCHAMP Pro Europa, SL Questo rapporto indica in modo molto più dettagliato in quali punti dell'allevamento dobbiamo incidere per migliorare l'efficienza della gestazione, nonché quelli in cui stiamo andando bene.

Data l'importanza di questo articolo nello studio dei giorni non produttivi, l'articolo successivo analizzerà le opzioni di analisi di questo parametro...

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags