Leggere questo articolo in:

Suinetti svezzati per scrofa eliminata, l'indice nascosto

Uno degli indici più in voga è quello che si riferisce ai suinetti svezzati per scrofa scartata (LDCB). Questo indice si riferisce al numero totale di suinetti che una scrofa ha svezzato durante tutta la sua vita produttiva.

Il calcolo è basato su due variabili: il N° medio di parti alla data di scarto ed il N° medio di suinetti svezzati per ogni parto.

Lo scopo di questo parametro è di informare sulla produzione delle nostre scrofe che sono state macellate in allevamento, che muoiono o che sono vendute ad un macello per qualsiasi motivo. Indubbiamente desideriamo tutti che quella scrofa che, per una ragione o per l'altra, abbandona il nostro allevamento, sia stata in grado di esprimere il suo più alto livello di produzione in precedenza. Il problema è che a volte ci sono altri indici che ci abbagliano, come gli svezzati/scrofa/anno, e che rendono la storia produttiva di una scrofa, durante la sua permanenza nei nostri allevamenti, passata inosservata. Ma non dobbiamo dimenticare che il termine "ammortizzare" è applicabile alle nostre scrofe come al nostro stesso allevamento; e l'indice "svezzati/scrofa scartata" è un buon indicatore per approfondire la conoscenza dell'ammortamento delle nostre scrofe.

Per illustrare questo concetto produttivo, prendiamo come esempio 2 allevamenti che a priori possono sembrare abbastanza simili tra di loro:

Tab 1. Principali indici produttivi degli allevamenti A e B. Periodo: anno 2017.

Allevamento A Allevamento B
Suinetti svezzati/scrofa/anno 30,3 30,1
Media dei suinetti svezzati/scrofa 12,7 12,0
Portata al parto (%) 88,9 87,9
Indice di parti (parti/scrofa/anno) 2,44 2,57
Durata della lattazione (giorni) 24,9 20,8
Età media delle scrofe (parti) 2,5 2,8

Come vediamo nella tabella 1, entrambe gli allevamenti hanno livelli di produzione molto simili (svezzati/scrofa/anno). Sebbene la media dei suinetti svezzati / scrofa sia maggiore nell'allevamento A; l'allevamento B integra questa carenza, ottenendo un più alto indice di parti grazie ad una minore durata della lattazione.
Se analizziamo di seguito come è stata la vita produttiva delle scrofe scartate avvenuta in entrambi gli allevamenti per il periodo stabilito, possiamo osservare alcune piccole variazioni, che alla fine faranno una grande differenza tra i due allevamenti.

Tab 2. Principali caratteristiche delle scrofe morte e macellate negli allevamenti A e B. Periodo:anno 2017.

Allevamento A Allevamento B
Età media alla morte (parti) 2,1 3,0
Media svezzati/scrofa morta/parto 11,10 9,62
Media dei suinetti svezzati/scrofa morta 23,31 28,86

La principale differenza osservata tra i due allevamenti è l'età media (media in parti) alla morte delle scrofe. L'allevamento B ha una media di quasi un parto in più rispetto all'allevamento A. Questa differenza compensa il valore inferiore dell'allevamento B in relazione alla media di svezzati / scrofa/parto e fa sì che il valore medio degli svezzati/scrofa morta sia maggiore nell'allevamento B. E dobbiamo tenere presente che ogni scrofa morta nell'allevamento B ha prodotto 5,55 suinetti in più rispetto all'allevamento A sulla base di una vita produttiva più lunga.

Tab 3. Principali caratteristiche delle scrofe vendute negli allevamenti A e B. Periodo: anno 2017.

Allevamento A Allevamento B
Età media alla vendita (parti) 4,5 5,1
Media svezzati/scrofa venduta/parto 12,07 11,78
Media suinetti svezzati/scrofa venduta 54,32 60,08

Nel caso di scrofe mandate al macello, la situazione è analoga al caso precedente. In questo caso, la differenza tra l'età media delle scrofe vendute in entrambi gli allevamenti è inferiore (0,6 parti). Anche se l'aumento della media degli svezzati dell'allevamento B fa sì che la differenza tra i due allevamenti, rispetto ai suinetti svezzati/scrofa venduta, presenti un valore simile a quello delle scrofe morte.

Ora, quale sarebbe il comportamento dell'allevamento A se la vita produttiva delle sue scrofe fosse simile a quella dell'allevamento B? O che è lo stesso, quali sarebbero i livelli produttivi con un'età media più alta allo scarto?

Tab 4. Livelli produttivi dell'allevamento A se le scrofe fossero tanto longeve come nell'allevamento B. Periodo:anno 2017.

Allevamento A (reale) Allevamento A (con età allo scarto come l'allevamento B)
Età media allo scarto (parti) 4,2 4,9
Media degli svezzati/scrofa scartata/ parto 11,98 11,98
Media dei suinetti svezzati/scrofa scartata 50,32 58,70

In questo scenario, si osserva che le scrofe trarrebbero grande beneficio dal loro maggiore potenziale a causa di una vita produttiva più lunga (che implica un maggior numero di parti accumulati all'eliminazione) insieme ad una maggiore produttività (riferito al valore medio degli svezzati / scrofa scartata). Nello specifico, la differenza sarebbe 8,38 suinetti per scrofa di scarto tra uno scenario o l'altro...

In breve, non dovremmo sempre lasciarci trasportare da certi indici produttivi che eclissano alcuni aspetti dell'allevamento. Se vogliamo avere una vasta conoscenza dei nostri allevamenti, dobbiamo conoscere alcuni indici che sono solitamente più nascosti, ma che indubbiamente ci danno informazioni preziose sul comportamento delle nostre scrofe, o in questo caso delle nostre scrofe eliminate.

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags