Leggere questo articolo in:

Trucco: Scatole termiche per suinetti ipotermici, vedi video

Questo trucco permette di salvare suinetti ipotermici in maniera facile, rapida e con risultati sorprendenti...

Obiettivo

Salvare i suinetti ipotermici in modo veloce, facile e con risultati sorprendenti.

Trucco

A volte ci troviamo con suinetti che rimangono dietro la scrofa dopo il parto e quando ci accorgiamo sono già ipotermici, freddi... Se la temperatura corporale non viene ripristinata questi suinetti non saranno in grado di mangiare e moriranno. Non è raro che si cerchi di salvarli immergendoli in acqua calda, ma non è pratico e non è sempre efficace. Con queste scatole che possiamo chiamarle "ipertermiche" abbiamo visto risultati spettacolari.

Descrizione

Non potendo essere presenti 24 ore al giorno quando ci sono i parti e avendo delle sale parto particolarmente fredde per i neonati, a volte i suinetti muoiono di ipotermia post-parto. Questi suinetti, dopo la nascita non trovano le mammelle o la fonte di calore e quando andiamo a raccoglierli spesso dietro la scrofa, al parto, osserviamo che sono completamente freddi. In alcuni allevamenti vengono registrati erroneamente come natimorti. E' molto probabile che molti di loro fossero vivi alla nascita.

In un allevamento di Lleida, a Figuerola d’Orcau usiamo le scatole isotermiche, quelle che arrivano con le dosi seminali e alle quali viene aggiunta della carta a striscia per asciugare i suinetti e posizionate sotto una fonte di calore, diventando così...scatole "ipertermiche", di fatto in allevamento la chiamano "microonde".

Scatola isotermica
Scatola isotermica

Scatole isotermiche per il trasporto del seme. Sono rivestite internamente con un materiale che assomiglia alla carta alluminio, che ha la funzione di riflettere le radiazioni emesse.

Suinetti nella scatola isotermica
Suinetti nella scatola isotermica

Foto1. Suinetti freddi nella scatola ipertermica con carta. Foto 2. Scatola ipertermica con fonte di calore.

I suinetti della foto 1 sono nati senza carta nella gabbia in una sala molto fredda, il primo suinetto era praticamente morto, aveva meno di 30°C. I nati furono messi nella scatola con carta e fonte di calore (foto 2), giocando con l'altezza della luce e con le chiusure laterali per trovare la giusta temperatura per riscaldarli senza "bruciarli" (foto 3). Sono rimasti nella scatola circa 1,5 - 2 ore.

Suinetti nella scatola ipertermica
Suinetti nella scatola ipertermica

Foto 3. Dobbiamo trovare la giusta combinazione tra altezza della lampada e aperture laterali della scatola. Foto 4. Aspetto vitale dei suinetti dopo 2 ore.

Passate 2 ore troviamo i suinetti completamente vitali e che cercano di scappare (foto 4). Li vediamo magri, ma è normale, non hanno ancora mangiato e il caldo li disidrata un pochino. Sarebbe stato il massimo se avessimo dato un pò di colostro mentre erano dentro la scatola a riscaldarsi, il che può essere fatto se raccogliamo il colostro prima.

Dopo aver fatto mangiare i suinetti, vediamo che tutti hanno recuperato e non si notano differenze tra loro di condizione fisica.

Aspetti da considerare
  • numero di suinetti che mettiamo nel "microonde"
  • potenza della lampada (175W-250W)
  • altezza della lampada
  • laterali della scatola: più o meno chiuse
  • tempi di riscaldamento

Se trovi suinetti ipotermici nel vostro allevamento, non avere dubbi nel provare questo sistema, i risultati sono evidenti. Eccetto per i suinetti che siano veramente sottopeso, per gli altri possiamo salvarli tutti anche se sono molto freddi quando li troviamo...

Un ringraziamento agli operatori d'allevamento: Javi, Jordi, Nico ed Antonio per i suggerimenti.

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags