Timm C. Harder

Timm C. Harder
2D-r Zdravkovaheinrich.Niggem

Institute of Diagnostic Virology. Germania

Timm C. Harder si è laureato come veterinario nel 1989 presso la Hannover Veterinary School, Germania. Ha ottenuto il Dottorato in Germania sui morbilli- ed herpesvirus dei mammiferi marini ad  Hannover nel 1990.

Ha lavorato sulla stessa materia nel Dipartimento di Virologia della Facoltà di Veterinaria presso la Erasmus University Rotterdam, in Olanda, dove ha realizzato un nuovo Dottorato, che ha ottenuto nel 1996. In quel momento raggiunse un incarico da Ricercatore in Diagnostica Molecolare delle malattie infettive presso l'Institute of Medical Microbiology and Virology, Christian-Albrechts University Clinics, in Kiel, Germania, dove venne convalidato il titolo ottenuto in Olanda e nel 2010, ha ottenuto un posto come Professore Associato.

Dal 2005 dirige il Laboratorio nazionale tedesco di referenza per l'influenza aviare presso il Friedrich-Loeffler-Institute (FLI, l'Istituto Federale di Sanità Animale), nell'isola di Riems, Germania. Il Laboratorio è un Membro attivo di una rete internazionale dell'OIE e della FAO della Nazioni Unite per la ricerca e la diagnostica delle influenze degli animali.

L'attività di ricerca del Prof. Harder include lo sviluppo dei migliori strumenti diagnostici, di epidemiologia molecolare e delle patogenesi delle infezioni da virus dell'influenza negli animali, sopratutto negli ospiti suini ed avicoli.

Curriculum attualizzato: 14-Dic-2016

Articoli

Virus dell'Influenza suina tipo A : situazione in Europa...

Figura 1. Storia ed origine dei virus dell'influenza suina tipo A (IAV) che attualmente circolano in Europa. Si noti che nessuno di questi IAV suini hanno la loro origine nel suino.

Il monitoraggio continuo delle popolazioni suinicole in Europa è fondamentale per continuare ad accompagnare l'evoluzione dell'IAV suino. Detto virus può giocare un ruolo importante nella formazione di virus pandemici negli uomini come è già stato dimostrato per la comparsa del virus H1N1 nel 2009. Una conoscenza migliore delle variazioni genetiche costanti e della comparsa di nuovi fenotipi di IAV con maggiore propensione zoonotica è la base della politica di "OneHealth"...

... continua a leggere (+)