Leggere questo articolo in:

Malattia vescicolare nei suini associata al Senecavirus A

Sembra che abbiamo un nuovo virus in grado di causare malattia vescicolare nei suini...In questo caso clinico, mi riferirò ai "4 grandi" virus delle malattie vescicolari. Però ci sono stati casi sporadici segnalati in tutto il mondo (inclusi Nuova Zelanda, Italia, USA e Brasile) in cui si dichiara la presenza di malattie vescicolari in popolazione di suini negativa ai 4 virus.

Venerdì 26 Febbraio 2016 (3 anni 3 mesi 21 giorni fa)
mi piace

Introduzione

Fino all'inizio dell'anno passato, si considerava che la malattia vescicolare (MV) nei suini era causata da uno dei 4 virus RNA: virus dell'afta (FAv, aftovirus della familia Picornaviridae), virus della stomatite vescicolare (VSIv, conosciuto anche come VSv, vescicolovirus all'interno del Rhabdoviridae), virus dell'esantema vescicolare suino (VESv, vesivirus appartenente ai Caliciviridae) o il virus della malattia vescicolare suina (EVPv, enterovirus della famiglia Picornaviridae). In questo caso clinico, mi riferirò a loro come i "4 grandi" virus delle malattie vescicolari.

Però ci sono stati casi sporadici segnalati in tutto il mondo (inclusi Nuova Zelanda, Italia, USA e Brasile) in cui si dichiara la presenza di malattie vescicolari in popolazione di suini negativa ai 4 virus. In alcuni casi si diagnosticò il Senecavirus A (SVA) in popolazioni suine con MV senza che fossero presenti alcuno dei 4 grandi virus. Questi casi furono descritti come "malattia vescicolare idiopatica", dato che la relazione causale tra il SVA e EV non era chiara.

Lo SVA è un virus RNA che appartiene alla famiglia  Picornaviridae (come il FAv e il EVPv). In precedenza era conosciuto come virus Seneca Valley. SVA è conosciuto in letteratura umana per le proprietà oncoliltiche. Di fatto, ci sono prove cliniche con il SVA nell'uomo per il trattamento del cancro. Si sa che il SVA può replicarsi nei suini, bovini e roditori. Recentemente sono stati descritti 2 casi clinici associati al SVA nei suini: mortalità neonatale epidemica transitoria (ETNL) e malattia vescicolare.

In questo articolo descriviamo la comparsa clinica del MV associata all'identificazione del SVA.

 

Caso

L'allevamento: Si tratta di un allevamento di 8.000 scrofe a ciclo chiuso, localizzato in uno stesso sito nel sudest del Brasile; molti capannoni hanno ventilazione naturale. La rimonta è interna. Il seme si acquista esternamente da un centro di IA che consegna 3 volte la settimana (lunedì, mercoledì e venerdì). Il personale lavora esclusivamente in questo allevamento e l'attrezzatura/fomiti non sono condivisi con altri allevamenti. In generale l'allevamento adotta buone pratiche di biosicurezza (vuoto sanitario, docce all'entrata e uscita, poca movimentazione di suini, i camion sono lavati, disinfettati e lasciati asciugare per 24 ore prima di tornare a caricare suini, la regione ha poca densità suinicola). L'allevamento ha 10 anni e non ha mai avuto casi di MV, è negativa per PRRS e positiva al Mycoplasma hyopneumoniae. I capannoni da ingrasso hanno 30 capi per box e negli svezzamenti 60 capi per box.

Comparsa della malattia clinica:

Giorni  1-3: ll personale dell'allevamento nota che i suini in ingrasso sono meno attivi del solito, ma non commentano niente con il veterinario aziendale. Non si osservano lesioni nè zoppie.

Giorni 4-10: circa il 25% dei suini all'ingrasso e il 15% dei suini in svezzamento sono zoppi. Il giorno 9 si chiama il veterinario che visita l'allevamento il giorno 10, pensando al Mycoplasma hyosynoviae. Durante la visita si realizza un'ispezione clinica dettagliata dei suini di tutte le età. Si osservano alcune piccole lesioni interdigitali, nei cuscinetti piantari e nel cercine coronario nella  maggior parte dei suini zoppi (>90%) dei box dei grassi e alcuni in svezzamento (~ 30%).

Se detectan algunas pequeñas lesiones interdigitales, en las almohadillas plantares y en las bandas coronarias

Si trovano anche vescicole da 0,5 a 1,5 cm di diametro nei grugni dei suini da ingrasso in circa l'1% dei suini (circa 1 suino ogni ~ 3 box). Solamente si vedono 2 vescicole nei grugni dei suinetti in svezzamento.

También se encuentran vesículas de 0,5 a 1,5 cm de diámetro en los hocicos de los cerdos de engorde

Il  veterinario dell'allevamento chiama i servizi veterinari ufficiali che aprono un'indagine per rilevare se si tratta di una malattia esotica. Fluidi vescicolari e tamponi dei cercini coronari podali di alcuni suini sono inviati al laboratorio di diagnosi ufficiale e 3 giorni dopo risultano essere negativi ai 4 grandi virus. Tutti i campioni furono positivi al RNA di SVA mediante RT-PCR. In quel momento (autunno 2014), non esistevano test sierologici per il SVA.

Nel frattempo i suini continuano ad essere esaminati giornalmente per accompagnare l'evoluzione e/o guarigione dei sintomi clinici associati alla MV. Non si osservavano zoppie nè MV nei riproduttori (scrofe). I suinetti neonati del gruppo colpito hanno un aumento temporale della mortalità dell'ordine del 50% durante approssimatamente 7 giorni  e che ritorna ai livelli normali dopo l'evento e non si osserva MV nè nelle scrofe nè nei suinetti.

Se detectan algunas pequeñas lesiones interdigitales, en las almohadillas plantares y en las bandas coronarias

Nei suini in svezzamento ed ingrasso, continuano a comparire nuovi casi di zoppie e sintomi di MV più lievi, con una incidenza di circa il 5% alla settimana durante 4 mesi dopo la comparsa del primo caso.

Quando i suini iniziano a mostrare zoppia, sono segnati con spray a colore per poterli controllare meglio giornalmente. Si osserva MV nella maggior parte dei suini zoppi - sia al giorno 0 della zoppia sia dopo 1-2 giorni. Le lesioni di MV guariscono completamente in 7-10 giorni. La mortalità in fase di ingrasso non ha avuto variazioni significative.

Dopo 4 - 5 mesi dopo la comparsa del caso, l'incidenza delle lesioni MV cala fino a zero. In questo momento, l'allevamento è da 6 mesi che non presenta MV nè aumento delle zoppie. Il trattamento dei suini colpiti dipende dalla gravità delle lesioni di MV.  Il trattamento dei suini colpiti era realizzato in base alla gravità delle lesioni di MV. Quelli che avevano lesioni gravi ricevevono una cura locale che aiutasse la guarigione, mentre i suini con lesioni più gravi erano trattati per via parenterale con antibiotici + antiinfiammatori per evitare le infezioni secondarie.

Los que tenían lesiones graves recibían un cuidado básico de las pezuñas para ayudar a su recuperación

 

Commenti finali

Recentemente è stato realizzato uno studio congiunto tra l'Università dell'Iowa (ISU) ed il Dipartimento Agricolo degli USA (USDA) presentato alla ISU Swine Disease Conference in Ames, Iowa, USA, che ha trovato evidenze che la MV era prodotta dagli isolati di SVA nei suini d'allevamento con sintomatologia clinica di MV. Pertanto, il SVA può essere considerato uno degli agenti eziologici di MV nei suini, assieme agli altri 4 grandi virus (che ora sono 5).

Nonostante la MV causata da SVA sia più leggera e più breve rispetto alla FAv, lo sviluppo iniziale delle lesioni di MV è clinicamente indistinguibili dal FAv. La diagnosi deve essere fatta dai servizi veterinari ufficiali per escludere la FAv e per non avere sovrapposizioni del tipo  "deve essere un'altro caso di SVA" in quanto si sa che lo SVA sta circolando e causando MV in popolazioni di suini nell'area vicina.

In questo caso concreto, non possiamo confermare la fonte d'origine del virus. Si sa che altri allevamenti della zona avevano informato della mortalità neonatale epidemica associata al SVA e/o lesioni di MV (almeno 8 allevamenti in un raggio di 10 km). Le congetture includono zanzare (altri picornavirus sono trasmessi attraverso vettori), aerosol, ingredienti del mangimi, vaccini e veicoli di trasporto dei suini.

Questo caso è un esempio di quanto i patogeni "insospettabili" possono comparire in qualsiasi momento. Le pratiche di biosicurezza devono essere periodicamente riviste e implementate ad ogni ora (costantemente).

Casi Clinici

Conseguenze "anomale" di una infezione da Strep. suis14-Mar-2016 3 anni 3 mesi 2 giorni fa

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags