Effetti di diversi tipi di amido sulle performance produttive e sulla qualità delle carni nei suini

Formulare con cereali ad alto contenuto in amilosio può migliorare le performance produttive al macello e migliorare la qualità delle carcasse e delle carni.

Mercoledì 4 Ottobre 2017 (20 giorni fa)

La principale fonte energetica per alimentare i suini è l'amido che dipendendo dal tipo, può alterare l'utilizzo dell'enegia ed il metabolismo delle proteine e dei lipidi nei muscoli dei suini. Di conseguenza, potrebbe avere delle influenze sulla qualità delle carni ed avere delle influenze sulle proprietà dei muscoli e sulla trasformazione delle miofibre nel post-mortem.

Per compiere ricerche sugli effetti dell'alimentazione con diversi tipi di amido sulle performance e sulla qualità delle carni nei suini in fase di finissaggio, vennero assegnati a caso 90 maschi castrati (68,0 ± 2,0 kg) a 3 diete sperimentali con 5 ripetizioni di 6 suini che contenevano amido di mais ceroso puro (WMS), amido di mais (NMS) o amido di piselli (PS). Con il rapporto amilosio/amilopectine di 0,07, 0,19 e 0,28, rispettivamente.

Rispetto alla dieta WMS, la dieta PS diede luogo ad un maggior incremento medio giornaliero (GMD), maggior area di superficie di taglio del lombo, il valore del pH45, relazione del rilassamento NMR trasversale nel picco 2 (T2) ed anche maggior solubilità delle proteine sarcoplasmatiche. Inoltre, è diminuito l'indice di conversione, lo spessore del grasso dorsale, la perdita da gocciolamento, la perdita da cottura e la correlazione dell'area del picco T23. Inoltre, la dieta PS aumentó i livelli di miosina a catena pesante (MiHC) -I e IIa, diminuì il livello di MyHC-IIb, diminuì il livello di miR23a ed aumentó il suo livello di geni obiettivo. Al contrario, aumentó il livello di miR499 e diminuì il suo livello di geni obiettivo.

In conclusione, la dieta PS con maggior contenuto di amilosio potrebbe migliorare le performance durante la crescita, incrementare l'area di taglio del lombo e diminuire lo spessore del grasso dorsale nei suini in fase di finissaggio. Inoltre, l'amido della dieta con un maggior rapporto di amilosio/amilopectina influenzò la qualità delle carni grazie al miglioramento delle proprietà moscolari nel post-mortem e favorendo la trasformazione delle fibre muscolari scheletriche da rapide a lente nei suini in fase di finissaggio.

Li, Y. J., Li, J. L., Zhang, L., Gao, F., and Zhou, G. H. (2017). Effects of dietary starch types on growth performance, meat quality and myofibre type of finishing pigs. Meat Science, 131, 60-67. https://doi.org/10.1016/j.meatsci.2017.04.237

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Nutrimail

Un bollettino mensile di notizie sulla nutrizione suina

Non sei iscritto nella lista

28-Set-201731-Ago-201727-Lug-201729-Giu-2017

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui