Leggere questo articolo in:

Brexit: il governo irlandese sconsiglia di fare scorte di medicinali veterinari

Il governo e l'autorità di regolamentazione dei prodotti sanitari collaborano per garantire la continuità della fornitura di medicinali veterinari e adottare una politica di risoluzione dei problemi di approvvigionamento prima di una Brexit senza accordo.

Venerdì 15 Marzo 2019 (1 mesi 5 giorni fa)
mi piace

Simon Coveney, Vice Primo Ministro e Ministro degli Affari Esteri e del Commercio, ha recentemente incontrato con il suo gabinetto per ultimare il Piano d'Azione del Governo, volto a proteggere i numerosi accordi commerciali tra il Regno Unito e l'Irlanda che si produrrebbe in seguito alla Brexit senza accordo il 29 marzo, come pubblicato dal Ministero dell'Agricoltura spagnolo nel suo notiziario dall'estero.

Coveney nel corso della riunione ha avvertito che la fornitura di produttori di farmaci veterinari del Regno Unito per l'Irlanda sarà influenzato negativamente se gli agricoltori, veterinari, farmacie e gli individui cominciano a far scorte di medicinali.

l Ministero delle Politiche Agricole, alimentari e della Marine ha tenuto discussioni con le parti interessate nel corso degli ultimi due anni per preparare la Brexit e valutare il potenziale impatto di questa fornitura di farmaci veterinari.

Il Ministero dell'Agricoltura e l'Autorità di vigilanza dei prodotti sanitari (HPRA) hanno concordato i seguenti principi per affrontare la Brexit: garantire la continuità della fornitura dei farmaci veterinari; adottare un orientamento pratico per risolvere qualsiasi problema di fornitura; e incoraggiare le parti interessate a collaborare direttamente con le autorità in relazione a eventuali preoccupazioni in merito alla fornitura.

Su questa base, il Ministero non prevede che si verifichino problemi significativi di approvvigionamento per i farmaci veterinari. Tuttavia, avverte che non è necessario o raccomandato lo stoccaggio di medicinali, che possono di per sé creare problemi di approvvigionamento.

Alcune aziende farmaceutiche hanno già adattato le loro filiere di approvvigionamento in questa fase per garantire che i loro prodotti soddisfino i requisiti legali europei a partire dal 29 marzo.

Il Ministero dell'Agricoltura e l'HPRA continueranno a collaborare con il settore per trovare soluzioni pratiche, ove possibile, per risolvere i problemi che potrebbero sorgere.

Nel frattempo, il governo sta facendo tutto il possibile per evitare problemi con gli accordi commerciali e di fornitura tra l'Irlanda e il Regno Unito. Gli attuali piani del governo per i porti e gli aeroporti irlandesi facilitano i flussi commerciali tra est e ovest. Inoltre ha recentemente rilasciato l'Omnibus Bill, che contiene le necessarie modifiche legislative da applicare immediatamente su un palco senza un accordo, avendo già pubblicato a fine gennaio del regime generale...

Giovedì 7 marzo 2019/ Noticias del Exterior-MAPA/ Spagna.
https://www.mapa.gob.es

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

19-Apr-201912-Apr-201905-Apr-201929-Mar-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui