Leggere questo articolo in:

OIE: la debolezza dei servizi veterinari porta ad una minaccia per la sicurezza mondiale

La qualità dei meccanismi di vigilanza e di risposta alle malattie degli animali varia da un paese all'altro: le debolezze di un paese sono la minaccia per gli altri paesi.

Mercoledì 9 Gennaio 2013 (5 anni 3 mesi 15 giorni fa)

Durante la riunione degli Stati facenti parte della Convenzione sulle Armi Biologiche e Tossine, il Dr. Bernard Vallat, Direttore Generale dell'Organizzione Mondiale della Sanità Animale (OIE), ha espresso lamentele affinchè si assumano misure contro la minaccia crescente che patogeni animali possano pregiudicare la sicurezza mondiale.

La liberazione accidentale o deliberata di patogeni animali possono avere ripercussioni disastrose per la salute pubblica, le economie e la stabilità sociale, perchè il 60% delle malattie infettive umane provengono dagli animali(zoonosi) e tutte le malattie infettive degli animali pure causano enormi perdite all'agricoltura. Per questo, la maggior parte degli agenti che possono essere usati come armi biologiche sono patogeni di origine animale.

I meccanismi di vigilanza efficaci, di rilevamento precoce e di risposta rapida alle malattie degli animali che contemplano le norme internazionali promosse dall'OIE costituiscono la difesa più efficace contro i focolai di malattie infettive degli animali, che siano di causa naturale, accidentale o intenzionale. Le norme dei laboratori dell'OIE per la gestione del rischio biologico anch'esse proteggono contro la liberazione accidentale di patogeni dai laboratori ed evitano che questi cadano in mani indebite.

Oggi, purtroppo, la qualità dei meccanismi di vigilanza e di risposta alle malattie degli animali varia da paese a paese e nel nostro mondo globalizzato le malattie di un paese possono essere una minaccia per tutti gli altri paesi.

Oggi, il movimento delle persone, degli animali e dei beni di consumo rende possibile la propagazione rapida delle malattie di origine animale: SARS, influenza aviare, la malattia della "mucca pazza" e l'Ebola sono alcuni esempi che illustrano le conseguenze potenzialmente disastrose che possono accadere con patogeni animali se non sono eliminate le loro fonti di origine.

Lunedì 10 dicembre 2012/ OIE. http://www.oie.int

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

20-Apr-201813-Apr-201806-Apr-201830-Mar-2018

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui