Leggere questo articolo in:

Situazione attuale della PSC (peste suina classica) in Giappone

Dopo il 1° focolaio in suini domestici, le Autorità Veterinarie hanno segnalato 19 casi nei cinghiali...

Martedì 16 Ottobre 2018 (1 anni 1 giorni fa)
mi piace

Dopo l'immediata notifica della presenza della peste suina classica (PSC) in Giappone all'inizio di settembre nei suini domestici di un allevamento commerciale, le autorità hanno informato l'OIE di nuovi casi, tutti riguardanti i cinghiali. Secondo i rapporti pubblicati dall'OIE, i casi nei cinghiali ammontano a 19.

In relazione al primo focolaio domestico, il 10 settembre, tutti i suini dell'allevamento sono stati macellati e i corpi sono stati distrutti. L'11 settembre è stata completata la disinfezione di materiali e strumenti contaminati e l'allevamento. Tredici aziende agricole sono state identificate dove dovrebbe essere eseguita un'intensa sorveglianza e sono stati eseguiti esami clinici, ELISA e PCR, tutti risultati negativi per la PSC.

Il 13 settembre è stato trovato un cinghiale morto in un raggio da 3 a 10 km dall'allevamento colpito (area riservata per gli invii di animali) e il 14 settembre è stata confermata la PSC. Il 12 settembre 2018 è stato istituito un team di ricerca epidemiologica rafforzato per l'evento PSC a cui, dopo la scoperta della malattia in un cinghiale, è stato unito un esperto di animali selvatici. Il National Institute of Animal Health (NIAH) ha pubblicato il risultato dell'analisi genetica del virus PSC e ha ritenuto probabile che il virus fosse stato introdotto dall'estero in quanto appartenente al sottotipo 2.1.5.

D'altra parte, le restrizioni imposte ai movimenti entro un raggio di 3 km dall'allevamento colpito sono state revocate oggi, dal momento che sono trascorsi 28 giorni dalla piena attuazione delle misure di controllo (abbattimento, disinfezione, ecc.) nell'allevamento colpito.

Ad oggi, 130 cinghiali sono stati analizzati nella prefettura di Gifu e 19 positivi e il resto (111) è stato trovato negativo. Nelle altre prefetture, 68 cinghiali sono stati analizzati in 29 prefetture e tutti erano negativi.

Ottobre 2018/ OIE.
http://www.oie.int

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

11-Ott-201904-Ott-201927-Set-201920-Set-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui