UE: i cittadini come controllori delle Buone Pratiche di Produzione, whistleblowers

Si chiamano "whistleblowers" e sono spesso le fonti di informazione delle ONG che denunciano il maltrattamento animale...

Venerdì 22 Marzo 2019 (28 giorni fa)
mi piace

Si chiamano "whistleblowers" e sono spesso le fonti di informazione delle ONG che denunciano il maltrattamento animale.
Il tema sarà discusso dall'Intergruppo dei parlamentari europei sulla tutela e la conservazione degli animali in questi giorni, la proposta era stata pubblicata dalla commissione un anno fa. Gli informatori sono "cruciali" per le Organizzazioni Non Governative (ONG) che si occupano del benessere degli animali. Esse fanno spesso affidamento sugli informatori per essere allertate sulla non conformità alla legislazione dell'UE. I "whistleblowers" sono persone che lavorano nei macelli, nei trasporti, nei laboratori o negli allevamenti.

In generale, con il termine whistleblowers si intendono le persone che "segnalano (all'interno dell'organizzazione interessata o ad un'autorità esterna) o divulgano (al pubblico) informazioni su un illecito ottenuto in un contesto lavorativo". Secondo l'eurogruppo parlamentare "stanno giocando un ruolo importante nella prevenzione e nell'emersione di attività illegali e non etiche che danneggiano l'interesse pubblico".

Una direttiva per proteggere gli informatori- Nell'aprile 2018, la Commissione Europea ha pubblicato una proposta di direttiva per proteggere i whistleblowers che segnalano violazioni del diritto dell'Unione. La proposta è ancora in fase di negoziazione di inter-istituzionale, ma dalla Commissione ENVI (Ambiente e Salute) è già arrivata la proposta di includere l'area della legislazione in materia di benessere degli animali e di salute degli animali fra quelle da sottoporre a whistleblowing protetto.

I negoziati in corso- Uno dei punti più controversi tra il Consiglio e il Parlamento riguarda proprio i canali di segnalazione. Fra gli Stati membri non c'è accordo sulle modalità, alcuni si oppongono alla pre-divulgazione interna obbligatoria, cioè all'obbligo segnalare i problemi ai loro datori di lavoro prima di poter rivolgersi alle autorità competenti o ai media.

La riunione di domani- La riunione dell'Intergruppo si aprirà con la presentazione di Pascal Durand, relatore ombra della Commissione JURI, che introdurrà la posizione del Parlamento e fornirà aggiornamenti sui negoziati interistituzionali. Mauricio Garcia-Pereira, che allerta i media e le ONG in merito alle condizioni di benessere degli animali nei macelli francesi, condividerà la sua esperienza di informatore.

Mercoledì, 13 marzo 2019/Italia. http://www.anmvioggi.it

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

12-Apr-201905-Apr-201929-Mar-201922-Mar-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui