Leggere questo articolo in:

UE-EFSA: La resistenza antimicrobica nei batteri zoonotici rimane elevata, recenti indagini...

Il rapporto conferma la resistenza antimicrobica come una delle maggiori minacce alla salute pubblica...

Lunedì 5 Marzo 2018 (6 mesi 19 giorni fa)
mi piace

Tra le nuove scoperte, basate sui dati del 2016, vi sono la scoperta della resistenza ai carbapenemi nel pollame, un antibiotico che non è autorizzato per l'uso negli animali e la Salmonella Kentucky produttrice di beta-lattamasi a spettro esteso (ESBL) con elevata resistenza alla ciprofloxacina negli esseri umani per la prima volta in quattro paesi.

Principali risultati negli animali e negli alimenti

  • La resistenza ai carbapenemi a livelli molto bassi è stata rilevata nel pollame e nella carne di pollo in due Stati membri (quindici E. coli). I carbapenemi sono usati per il trattamento di gravi infezioni nell'uomo e non sono autorizzati per l'uso negli animali.
  • Sono stati riportati due batteri Staphylococcus aureus meticillino-resistenti associati alla zootecnia ed in particolare trovati nei suini e resistenti al linezolid. Il linezolid è uno degli agenti antimicrobici di ultima istanza per il trattamento delle infezioni causate da MRSA altamente resistente.
  • La resistenza clinica combinata agli antimicrobici di importanza critica è stata osservata a livelli da bassi a molto bassi in Salmonella (0,2%), Campylobacter (1%) ed E. coli (1%) nel pollame.
  • La resistenza alla colistina è stata osservata a bassi livelli (2%) in Salmonella ed E. coli nel pollame.
  • La prevalenza di E. coli produttori di ESBL nel pollame varia notevolmente tra gli Stati membri, da livelli bassi (inferiori al 10%) a livelli estremamente elevati (oltre il 70%). I batteri che producono enzimi ESBL mostrano resistenza a più antibiotici β-lattamici, una classe di antibiotici ad ampio spettro che include derivati di penicillina, cefalosporine e carbapenemici. Questa è la prima volta che viene monitorata la presenza di ESBL di E. coli nel pollame e nelle carni di pollame.
  • La S. Typhimurium ha continuato ad essere il secondo sierotipo più comune tra le infezioni da Salmonella umana. Sebbene sia stato trovato tra i dieci sierotipi più importanti nei polli da carne e nelle galline ovaiole, la trasmissione è più spesso associata al consumo di prodotti legati ai suini.

Martedì 27 febbraio 2018/ EFSA/ Unione Europea.
http://www.efsa.europa.eu

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

21-Set-201814-Set-201807-Set-201831-Ago-2018

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui