Leggere questo articolo in:

Unione Europea: aumento dei focolai di Salmonella trasmessi dal cibo, vedi Report Ufficiale Zoonosi

La tendenza al ribasso dei casi di salmonellosi nell'UE si è stabilizzata secondo la relazione annuale 2016 sulle malattie zoonotiche.

Giovedì 14 Dicembre 2017 (1 anni 11 mesi 26 giorni fa)
mi piace

Secondo l'ultimo Report annuale della UE sulle zoonosi, compilato dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) e dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), i casi di Salmonella Enteritidis sono aumentati nell'uomo del 3% dal 2014. Nelle galline ovaiole, la prevalenza è aumentata da 0,7% a 1,21% durante lo stesso periodo.

Secondo Marta Hugas, Chief Scientist dell'EFSA: "Il declino della Salmonella è stato un successo del sistema europeo di sicurezza alimentare negli ultimi 10 anni, e recenti epidemie di S. Enteritidis hanno contribuito a cambiare questa tendenza negli esseri umani e pollame. Ulteriori ricerche condotte dalle autorità competenti nel settore della sanità pubblica e della sicurezza alimentare saranno fondamentali per comprendere le ragioni di questo aumento. "

Nel 2016, nell'Unione europea sono stati segnalati 94.530 casi di salmonellosi nell'uomo. S. Enteritidis, il tipo più diffuso di Salmonella, rappresentava il 59% di tutti i casi di salmonellosi nell'UE ed è principalmente associato al consumo di uova, prodotti a base di uova e carne di pollame.

Campylobacter e Listeria

Il Campylobacter, l'agente patogeno di origine alimentare più comunemente riportato negli esseri umani, è aumentato del 6,1% rispetto al 2015. Nonostante l'alto numero di casi, la mortalità era bassa (0,03%). I livelli di Campylobacter sono alti nella carne di pollo.

La
Listeria, che generalmente causa infezioni più gravi, ha causato il ricovero nel 97% dei casi segnalati. Nel 2016, la listeriosi è aumentata del 9,3% (2.536 casi e 247 decessi). La maggior parte dei decessi si verifica nelle persone di età superiore a 64 anni (tasso di mortalità del 18,9%) e le persone di età superiore a 84 anni sono particolarmente a rischio (tasso di mortalità del 26,1%). La listeria raramente superava i limiti legali di sicurezza negli alimenti pronti al consumo.

Incremento dei focolai di Salmonella trasmessa dagli alimenti

I 4.786 focolai di malattie di origine alimentare segnalati nel 2016 rappresentano un lieve aumento rispetto al 2015 (4.362 focolai), ma i focolai medi nell'UE nel periodo 2010-2016 rimangono stabili.

Le epidemie causate da Salmonella sono aumentate, con S. Enteritidis responsabile di uno ogni sei focolai di malattie di origine alimentare nel 2016.

Il batterio Salmonella è stata la causa più comune di focolai alimentari (22,3% del totale, + 11,5% rispetto al 2015). Ha causato il maggior numero di ospedalizzazioni (1.766, il 45,6% di tutti i casi ospedalizzati) e decessi (10, 50% di tutti i decessi tra i casi di focolai).

La salmonella nelle uova ha causato la maggior parte dei casi di focolaio (1882).

Martedì 12 dicembre 2017/ EFSA/ Unione Europea.
http://www.efsa.europa.eu

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

06-Dic-201929-Nov-201922-Nov-201915-Nov-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui