Leggere questo articolo in:

Somministrazione di antimicrobici alla nascita e prevalenza di geni di resistenza antimicrobica nei suinetti

Questi risultati potrebbero aprire le porte a nuove prospettive sull'utilità della somministrazione di antimicrobici precocemente a suinetti neonati sani nei sistemi di gestione dei suini...

Martedì 1 Ottobre 2019 (18 giorni fa)
mi piace

L'ottimizzazione dell'uso degli antimicrobici nei sistemi di gestione dei suini, richiede una completa comprensione dei cambiamenti indotti da questi nella dinamica dello sviluppo del microbiota intestinale e della prevalenza dei geni di resistenza antimicrobica (ARGs).

Lo scopo di questo studio era di valutare l'impatto dell'intervento antimicrobico nei giovani suinetti in tenera età sullo sviluppo del microbiota fecale e sulla prevalenza di ARGs selezionati (ermB, tetO, tetW, tetC, sulI, sulII e blaC TX-M) .

Un totale di 48 figliate sono state assegnate a caso ad uno dei sei gruppi di trattamento poco dopo la nascita. I trattamenti erano i seguenti: controllo (CONT), ceftiofur (come acido libero cristallino) (CALC), ceftiofur cloridrato (CHC), ossitetraciclina (OTC), penicillina G procaina (PGP) e tulatromicina (TUL). I tamponi fecali sono stati raccolti dai suinetti nei giorni 0 (prima del trattamento), 5, 10, 15 e 20 dopo il trattamento. È stata eseguita l'analisi della sequenza della regione ipervariabile V3-V4 del gene 16S rRNA e ARGs.

I nostri risultati hanno mostrato che, sebbene la profilassi antimicrobica precoce non avesse alcun effetto sull'aumento di peso individuale o sulla mortalità, era associata a lievi cambiamenti nella composizione del microbiota fecale e notevoli cambiamenti nell'abbondanza degli ARG selezionati. L'uso della distanza metrica di Unifrac ha mostrato che le comunità microbiche dei suinetti che hanno ricevuto trattamenti diversi (CALC, CHC, OTC, PGP e TUL) non sono state raggruppate in modo diverso rispetto ai suinetti CONT. In confronto al gruppo CONT, i suinetti trattati con PGP hanno mostrato un aumento significativo dell'abbondanza relativa di ermB e tetW il giorno 20 di vita. Il trattamento con tulatromicina ha comportato anch'esso un aumento significativo dell'abbondanza di tetW nei giorni 10 e 20 e di ermB il giorno 20.

In pratica, questi risultati dimostrano che i cambiamenti nella struttura del microbiota fecale causati dalla somministrazione antimicrobica perinatale sono modesti e limitati a particolari gruppi di taxa microbici. Tuttavia, la somministrazione precoce di PGP e TUL potrebbe promuovere la selezione di ARGs negli allevamenti. Mentre sono necessarie ulteriori ricerche per esplorare la coerenza di questi risultati nelle popolazioni più grandi, questi risultati potrebbero aprire la porta a nuove prospettive sull'utilità della somministrazione di antimicrobici precoci ai neonati sani nei sistemi di gestione dei suini.

Zeineldin M, Megahed A, Burton B, Blair B, Aldridge B, Lowe JF. Effect of single dose of antimicrobial administration at birth on fecal microbiota development and prevalence of antimicrobial resistance genes in piglets. Front Microbiol. 2019 June. https://doi.org/10.3389/fmicb.2019.01414

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags