Leggere questo articolo in:

Effetti su scrofe e suinetti derivanti dall'uso di due livelli dietetici alla fine della gestazione

L'uso di livelli dietetici di 1,8 e 2,2 kg / die alla fine della gestazione non determina differenze nelle prestazioni riproduttive di scrofe e suinetti...

Martedì 1 Gennaio 2019 (11 mesi 10 giorni fa)
mi piace

Negli ultimi decenni è stato raggiunto un aumento della prolificità delle scrofe, causando una riduzione del peso alla nascita dei suinetti. Diverse strategie nutrizionali finalizzate all'ultimo stadio della gravidanza sono state valutate per la loro capacità di migliorare il peso alla nascita dei suinetti.

L'obiettivo del presente studio era di valutare gli effetti di due diversi livelli di alimentazione (1,8 e 2,2 kg / g) durante l'ultimo terzo della gestazione sulle performance riproduttive e sul peso alla nascita dei suinetti. A questo scopo, 421 femmine (303 scrofe e 118 scrofette) sono state assegnate in modo casuale a uno dei 2 trattamenti dietetici ed alimentate con una dieta a base di farina di mais e soia (3,25 Mcal ME per kg e 0,65% di lisina digeribile ileale standardizzata) dal giorno 90 della gestazione fino al parto. Le femmine sono state pesate il giorno 90 e il giorno 112 di gestazione ed allo svezzamento. I suinetti nati vivi e i nati morti furono pesati entro 12 ore dalla nascita. L'assunzione di cibo durante l'allattamento e le performance delle figliate sono state misurate in un sottocampione scelto a caso di 53 scrofe di ciascun trattamento. I dati sono stati analizzati utilizzando modelli misti lineari generalizzati, considerando le scrofe come unità sperimentale.

Dal giorno 90 al giorno 112, le scrofe alimentate con il livello di alimentazione più alto (2,2 kg / die) hanno mostrato un aumento maggiore del peso corporeo rispetto a quelle alimentate con 1,8 kg / die. Tuttavia, non sono stati osservati effetti sul peso alla nascita dei suinetti e sul coefficiente di variazione di peso all'interno della figliata, sia per le primipare che per le scrofe. Non sono state rilevate differenze nel tasso di mortalità fetale, nel tasso di mummificati e nella percentuale di suinetti che pesavano meno di 1 kg alla nascita tra i trattamenti. Durante l'allattamento, le scrofe alimentate con 1,8 kg / die di dieta in gestazione hanno mostrato un consumo di cibo superiore rispetto a quelle alimentate con 2,2 kg / die. I livelli dietetici non hanno influenzato il peso allo svezzamento, l'intervallo di svezzamento-calore, le successive dimensioni delle figliate ed il tasso di eliminazione.

In conclusione, l'aumento nell'assunzione di cibo durante l'ultimo terzo della gestazione ha migliorato l'aumento di peso corporeo delle scrofe, ma non ha mostrato alcun effetto sul peso alla nascita dei suinetti e sulla ridotta assunzione di cibo durante l'allattamento. Inoltre, nessun effetto dei trattamenti è stato osservato sul tasso di crescita della figliata o sulla successive prestazioni riproduttive delle scrofe.

Mallmann, A. L., Betiolo, F. B., Camilloti, E., Mellagi, A. P. G., Ulguim, R. R., Wentz, I., Bernardi, M. L., Goncalves, M. A. D., Kummer, R., and Bortolozzo, F. P. Two different feeding levels during late gestation in gilts and sows under commercial conditions: impact on piglet birth weight and female reproductive performance. Journal of Animal Science 96.10 (2018): 4209-4219. https://doi.org/10.1093/jas/sky297

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags