Leggere questo articolo in:

Indicatori precoci per predire la mortalità, le malattie, il benessere e le caratteristiche delle carcasse nei suini

L'obiettivo di questo studio era di indagare le correlazioni tra gli indicatori precoci e la gestione durante l'allattamento e le successive caratteristiche di mortalità, salute, benessere e caratteristiche delle carcasse...

Giovedì 28 Giugno 2018 (1 anni 2 mesi 26 giorni fa)
1 mi piace

Per eseguire lo studio sono stati utilizzati un totale di 1016 suini di un lotto nato durante una settimana. I dati sono stati raccolti sul N°di suinetti nati vivi, nati morti e mummificati, parità delle scrofe(N° di parto), numero di adozioni crociate (pareggiamenti), età di svezzamento e peso alla nascita ed allo svezzamento. La mortalità è stata registrata durante il ciclo produttivo delle figliate. Prima della macellazione i suini sono stati valutati per zoppia (1 = assenza di zoppia a 3 = grave zoppia), mentre durante la macellazione sono state valutate le lesioni delle code (0 = nessuna lesione a 4 = grave lesione) e il peso della carcassa è stato registrato a freddo, la percentuale di carne magra, la presenza di pericardite e lesioni cardiache. Inoltre, i polmoni sono stati valutati per la pleurite (0 = nessuna lesione a 4 = lesioni gravemente estese) e lesioni dovute a polmonite enzootica (PE).

Un aumento del rischio di zoppie prima della macellazione è stato osservato nei suini nati da scrofe primipare (P <0,05), rispetto ai suini nati da scrofe a parità (N° di parti) più elevata. Il N° di parti delle scrofe era una fonte di variazione per il peso della carcassa fredda (P <0,05) e la percentuale di carne magra (P <0,05). I suini nati in figliate con più suini nati vivi hanno mostrato un rischio maggiore di morire e di essere zoppi prima della macellazione (P <0,05). La propensione alla morte è stata 11,69 volte più alta e 7,28 volte più alta nei suini sottoposti a 1 o 2 o più pareggiamenti, rispettivamente, rispetto ai suini che non sono stati adottati (P <0,05). Inoltre, i suini sottoposti ad adozione, presentavano un rischio maggiore di pericardite e problemi cardiaci rispetto ai suini che non erano stati sottoposti ad adozioni crociate (P <0,05). I suini con un peso corporeo alla nascita inferiore a 0,95 kg presentavano un rischio maggiore di mortalità per tutto il ciclo produttivo. Vi era un aumentato di rischio di zoppie, pleurite, pericardite e problemi cardiaci (P <0,05) per i suini con pesi di svezzamento inferiori. Inoltre, i suini più pesanti allo svezzamento avevano anche pesi di carcassa più alti (P <0,05). C'era un aumentato di rischio di zoppie nei suini svezzati in età precoce (P <0,05). I maschi avevano una probabilità inferiore di 2,27 volte di ricevere un punteggio pari a zero per i morsi di coda rispetto alle femmine.

I risultati di questo studio evidenziano la complessa relazione tra gestione, prestazioni e malattie nei suini e confermano che un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta ai suini nati con minor peso e quelli provenienti da scrofe di 1°parto, e ridurre al minimo le adozioni incrociate (pareggiamenti)...

Calderón Díaz JA, Boyle LA, Diana A, Leonard FC, Moriarty JP, McElroy MC, McGettrick S, Kelliher D, García Manzanilla E; Early Life Indicators Predict Mortality, Illness, Reduced Welfare and Carcass Characteristics in Finisher Pigs; Prev Vet Med. 2017 Oct 1;146:94-102. doi: 10.1016/j.prevetmed.2017.07.018. Epub 2017 Jul 30. PMID: 28992933 DOI: 10.1016/j.prevetmed.2017.07.018

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags