Leggere questo articolo in:

Pioglitazone cloridrato e vitamina E nella dieta come miglioratori della carne suina

Il pioglitazone cloridrato e la vitamina E possono migliorare la qualità della carne suina aumentando il grasso intramuscolare e la capacità antiossidante...

Martedì 29 Gennaio 2019 (2 mesi 26 giorni fa)
mi piace

Il contenuto di grasso muscolare e la composizione degli acidi grassi sono associati alla qualità intrinseca della carne suina. Il Pioglitazone cloridrato (PGZ) è un nuovo tipo di sensibilizzatore dell'insulina che influenza i livelli di glucosio nel sangue e la deposizione di grasso, aumentando il grasso intramuscolare (GRIN) nel muscolo Longissimus thoracis e la marmorizzazione nei suini di ingrasso. Tuttavia, gli effetti del PGZ sulla composizione degli acidi grassi muscolari della carne suina sono sconosciuti.

Il presente studio ha sollevato diverse ipotesi: che l'uso di PGZ potrebbe aumentare il GRIN della carne suina e che l'integrazione con Vitamina E (VE) compenserebbe la stabilità ossidativa, che potrebbe comportare i cambiamenti nella composizione degli acidi grassi.

A tale scopo, un totale di 160 Duroc × Landrace × Large White (75,53 ± 0,04 kg PV) sono stati suddivisi casualmente in un disegno fattoriale 2 × 2 con 2 livelli supplementari di PGZ (0 o 15 mg / kg ) e 2 livelli supplementari di VE (0 o 325 mg / kg) nella dieta basale (che conteneva già 75 mg / kg VE). I quattro trattamenti includevano: controllo (dieta base con 75 mg / kg di VE), PGZ (dieta base più 15 mg / kg di PGZ), VE (dieta base e 325 mg / kg di VE) e PGZ + VE (dieta base con 15 mg / kg di PGZ e 325 mg / kg di VE). I suini sono stati alimentati con diete sperimentali per 28 giorni e poi inviati al macello per la macellazione e successiva valutazione delle rese e della qualità della carne.

Il trattamento dietetico non ha avuto alcun effetto su ADFI, ADG e tasso di conversione (FC). Tuttavia, l'uso del PGZ aumentava il grasso intramuscolare e la VE diminuiva le perdite da cottura. La VE ha aumentato il livello di acidi grassi polinsaturi totali (PUFA), sia per C18: 2n-6 che C18: 3n-3 e per 18: 3n-3. Questo aumento dovuto alla VE è stato accentuato quando era combinato con PGZ. Inoltre, la VE tendeva ad aumentare l'attività di superossido dismutasi e glutatione perossidasi, entrambi indicatori dello stato antiossidante muscolare.

In conclusione, il PGZ e la VE hanno avuto effetti positivi sulla qualità della carne suina riducendo le perdite mediante cottura e aumentando il grasso intramuscolare e la capacità antiossidante. L'uso di PGZ e VE nella dieta può avere effetti positivi sulla qualità della carne suina e può essere utile per migliorare il profilo degli acidi grassi.

Jin, C. L., Gao, C. Q., Wang, Q., Zhang, Z. M., Xu, Y. L., Li, H. C., Yan, H. C., and Wang, X. Q. Effects of pioglitazone hydrochloride and vitamin E on meat quality, antioxidant status and fatty acid profiles in finishing pigs. Meat science 145 (2018): 340-346. https://doi.org/10.1016/j.meatsci.2018.07.008

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags