Leggere questo articolo in:

Uso delle scrofe balie: conseguenze sul loro benessere

Non sono state rilevate differenze tra scrofe balie e scrofe non balia sulle condizioni corporali o sulla gravità delle eventuali lesioni. Né effetti a lungo termine sugli indicatori di stress...

Giovedì 14 Novembre 2019 (2 mesi 4 giorni fa)
mi piace

Nelle scrofe iperprolifiche, sono necessarie strategie di gestione per ottimizzare il numero di suinetti svezzati. Queste strategie prevedono il trasferimento di suinetti neonati da scrofe iperprolifiche a una scrofa i cui suinetti sono stati svezzati o allevati da un'altra scrofa. Queste "scrofe balia" hanno lattazioni prolungate, che potrebbero avere conseguenze negative per il loro benessere...

Questo studio ha utilizzato 47 scrofe, 20 delle quali hanno avuto grandi figliate ed i loro suinetti più grandi, sono stati trasferiti alle scrofe balia che erano nella loro prima (2STEP7, n = 9) o terza settimana di lattazione (1STEP21, n = 10) . Le scrofe da cui sono stati rimossi i suinetti (R)o sono state lasciate intatte coni suinetti rimanenti (I) (scrofe RI, n = 10), oppure le figliate (E) sono state pareggiate per peso alla nascita usando suinetti della la stessa età delle scrofe non sperimentali (scrofe RE, n = 9). I suinetti delle 2STEP7 sono stati trasferiti ad un'altra scrofa balia con 3 settimane di lattazione (2STEP21, n = 9). È stato misurato lo spessore del grasso dorsale all'ingresso delle sale parto, durante l'adozione (solo le balie) ed allo svezzamento. Sono stati inoltre raccolti dati sulla facilità di locomozione e sulla presenza di lesioni cutanee e ungueali all'ingresso delle sale parto ed allo svezzamento. Sono stati raccolti campioni di cortisolo salivare e la colorazione lacrimale è stata valutata alle 09:00 h, settimanalmente fino allo svezzamento. Presi campioni di saliva anche allo svezzamento.

Lo spessore del grasso dorsale è diminuito tra il parto e lo svezzamento per tutte le scrofe (F1,42 = 26,59) e tendeva a differire tra i trattamenti (F4,16 = 2,91). Allo svezzamento, le scrofe RI avevano minori lesioni alle estremità inferiori rispetto alle scrofe 2STEP7 e RE (χ24 = 10,8). Non sono stati rilevati effetti dei trattamenti nelle concentrazioni di cortisolo nella saliva. Tutte le scrofe balia avevano una maggiore concentrazione di cortisolo nella saliva al momento delle adozioni, rispetto agli altri giorni (F10,426 = 3,47). Gli effetti acuti delle adozioni sulle scrofe balia differivano a seconda del trattamento (F2,113 = 3,45); Le scrofe 2STEP7 presentavano una maggiore concentrazione di cortisolo salivare rispetto alle scrofe 1STEP21 e 2STEP21 il giorno delle adozioni. Il trattamento non ha avuto alcun effetto sul punteggio della colorazione lacrimale.

Non sono state rilevate differenze tra le scrofe balia e non balia in termini di condizioni corporee o gravità delle lesioni. Sebbene alcune scrofe balia abbiano sperimentato stress al momento delle adozioni, non sono stati rilevati effetti a lungo termine per le diverse strategie studiate nei livelli di stress rispetto alle scrofe che hanno allevato la propria figliata.

O. Schmitt, E. M. Baxter, L. A. Boyle and K. O’Driscoll. Nurse sow strategies in the domestic pig: Consequences for selected measures of sow welfare. Animal. Volume 13, Issue 3. March 2019 , pp. 580-589. DOI: https://doi.org/10.1017/S175173111800160X

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?Se hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags