Leggere questo articolo in:

Impatto clinico ed economico dell'infezione da PRRSv in Francia

E' difficile parlare dei costi dell'infezione da PRRSv dato che il tipo d'allevamento, lo stato sanitario, la dinamica del virus variano tra gli allevamenti, rendendo complicata la standardizzazione del calcolo, anche in una stessa regione o paese. Questo articolo analizza 3 studi economici e le modalità di calcolo in cui il costo della PRRS oscilla tra 17 € fino a185 €/scrofa/anno.

La sindrome riproduttiva e respiratoria dei suini (PRRS) è una malattia con un grande impatto sulla produttività degli allevamenti, ma come tutti sanno già, è molto difficile misurare l'impatto economico a livello d'allevamento dovuto al fatto che moltissimi fattori sono coinvolti:

  • Tipo d'allevamento: Solo sito 1? Ciclo chiuso? Solo sito 2 e ? Solo ingrasso?
  • Storico dell'allevamento rispetto alla PRRS: valutazione dei costi di un episodio in una popolazione non esposta o negativa oppure valutazione dei costi di un'infezione cronica?
  • La dinamica della circolazione del virus PRRS: se l'allevamento è infetto cronicamente: è stabile o instabile?
  • La situazioon sanitaria generale dell'allevamento: la PRRS ha un impatto clinico minore in allevamenti negativi per il Mycoplasma hyopneumoniae rispetto ad un allevamento infetto da Mycoplasma hyopneumoniae.

In questo articolo cercheremo di offrire ai lettori un'idea del costo della PRRS in allevamenti francesi, in base ad alcuni studi realizzati negli ultimi anni.

 

1. Nel 2005, ACERSA, un'organizzazione nazionale francese, ha stimato il costo dell'introduzione del virus PRRS in un allevamento negativo come uguale a 30 euro per scrofa per i  danni riproduttivi (perdite varie della gravidanza, aborto, mortalità in sala parto). Nelle fasi di svezzamento ed ingrasso,  dovuto all'impatto  della mortalità, della conversione alimentare e degli accrescimenti, il costo della PRRS sale a 84 €/scrofa. Per cui in un allevamento francese negativo, il costo dell'introduzione del virus PRRS sembra sia intorno ai 114 €/scrofa per il primo anno dopo l'infezione.

 

2. Un altro studio è stato condotto da OVS (Organo di Vigilanza Sanitaria) della Bretagna nel 2007. E' stato calcolato l'impatto econnomico della circolazione del virus PRRS confrontando 22 allevamenti:

  • 6 negativi
  • 6 con un'infezione "bassa" di PRRSV (allevamenti con programmi vaccinali delle scrofe,  senza viremia in svezzamento e con circolazione irregolare in fase di ingrasso).
  • 6 con infezione "elevata" di PRRSV (allevamenti con o senza programmi vaccinali delle scrofe, con viremia in tutti i lotti di svezzamento ed in alcuni lotti di  ingrasso).

I parametri analizzati furono la conversione alimentare e gli accrescimenti dallo svezzamento al macello; numero di suinetti/svezzati/scrofa/anno; numero di nati totali; % di mortalità in svezzamento ed ingrasso; costi veterinari e della medicazione per ogni 100 kg di carcassa. I risultati sono riassunti nella tabella 1.

 

Tabella 1: Costo medio della PRRS per scrofa per anno e per 100 kg di carcassa in 6 allevamenti con infezione "bassa" e 6 con infezione "alta", in confronto con 6 allevamenti indenni da PRRSv (OVS della Bretagna 2007). IC: intervallo di confidenza

  Infezione "bassa" Infezione "alta"
  Media IC 95% Media IC 95%
€/scrofa/anno 17 29,6 60,7 62,7 18,9 106,6
€/100 kg peso carcassa 1,91 1,6 3,28 3,4 1,02 5,77

 

3. Abbiamo calcolato l'impatto economico di un protocollo di stabilizzazione della PRRS (e di conseguenza, il costo della PRRS) in un allevamento nostro cliente.

 

Lo studio è stato realizzato in un allevamento di 452 scrofe a ciclo chiuso in Bretagna che lavorava con 10 lotti (svezzamento a 21 giorni e parti ad ogni 2 settimane). La rimonta era acquistata con 110 kg di peso e rimaneva in quarantena per 7 settimane prima dell'entrata in allevamento.

Dopo la diagnosi di infezione da PRRSv alla fine del 2010, abbiamo messo in atto un protocollo di stabilizzazione da maggio a dicembre 2011. Le seguente misure sono state implementate:

  • Vaccinazione a tappeto di tutto l'allevamento per 2 volte ad un intervallo di 4 settimane (scrofe, svezzamento ed ingrasso) con un vaccino vivo modificato.
  • Vaccinazione dei lotti successivi, con 2 interventi dopo lo svezzamento con vaccino vivo modificato.
  • Miglioramento della biosicurezza interna, in particolar modo il flusso dei suini e delle persone, uso di aghi individuali ed acclimatamento della rimonta.

Per sapere il ritorno dell'investimento, abbiamo calcolato l'impatto economico del miglioramento della produttività e del miglioramento della conversione.

Pertanto abbiamo standardizzato il prezzo del mangime ed il prezzo del suino venduto con una media degli anni tra il 2010 ed il 2012.

La tabella 2 mostra il peso della carcassa totale prodotto prima e dopo il programma di stabilizzazione e l'evoluzione dei costi variabili: mangimi consumati e costi delle medicazioni (incluso spese delle vaccinazioni  per la PRRS stimato in 18.000 €). Il margine è stato stimato attraverso la differenza tra la vendita ed i costi variabili (mangimi e farmaci).

Nonostante l'elevato costo del programma vaccinale nei confronti della PRRS (40 €/scrofa nel 2011), c'è stato un ritorno economico dall'anno della stabilizzazione grazie ai miglioramenti avuti della produttività e della conversione alimentare. In questo allevamento, l'impatto economico della circolazione del PRRSv si stimò in 185 €/scrofa.

Tabella 2: Impatto economico della PRRS calcolato attraverso il ritorno dell'investimento di un protocollo di stabilizzazione.

  2010 2012
Numero suini venduti/scrofa presente/anno 23,3 25,5
Peso suini vivi prodotti/scrofa presente/anno 2.719 kg 2.886 kg

Guadagno extra del peso della carcassa/kg (€)

0,156 € 0,143 €
Numero medio di scrofe presenti (2010-2011-2012) 452
Indice di conversione alimentare 2,93 2,74
Costi farmaci/scrofa (€) (incluso vaccinazione PRRSv ) 148 € 133 €
Prezzo per kg (carcassa) medio (2010-2011-2012) 1,30 €
Prezzo per kg (mangimi) medio (2010-2011-2012) 0,24 €
Margine = [vendite] – [(costo mangimi + costo farmaci)] (€) 437.776 522.063
Aumento del margine rispetto al 2010 (€)   84.288 €
Aumento del margine per scrofa rispetto al 2010   185 €

 

Conclusione e discussione

E' difficile parlare dei costi dell'infezione da PRRSv dato che il tipo d'allevamento, lo stato sanitario, la dinamica del virus variano tra  gli allevamenti, rendendo complicata la standardizzazione del calcolo, anche in una stessa regione o paese. In questi 3 studi presentati, il costo della PRRS oscillava tra 17 €/scrofa/anno e 185 €/scrofa/anno!

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags