Leggere questo articolo in:

Belgio: inosservanza della Direttiva Nitrati

La Commissione Europea chiede al Belgio di proteggere le proprie acque dalla contaminazione da nitrati...

Mercoledì 4 Dicembre 2019 (1 mesi 16 giorni fa)
mi piace

La Commissione ha inviato una nuova lettera di notifica formale al Belgio per inosservanza della Direttiva sui nitrati (direttiva 91/67 / CEE del Consiglio). La presente direttiva mira a proteggere l'inquinamento dell'Europa (di superficie e sotterraneo) da fonti agricole imponendo alle autorità di adottare misure per prevenire tale contaminazione.

Nell'aprile 2014 è stata inviata una prima lettera di notifica formale. La Commissione ha deciso di estendere il dibattito con il Belgio da allora e in particolare, tenendo conto delle relazioni della regione fiamminga sul controllo della qualità delle acque indicando che i quantitativi massimi di liquame consentito non sono stati raggiunti, almeno dal 2016 (a quel tempo era stata concessa un'eccezione ai sensi della Direttiva), fino al 2018.

L'eccezione concessa alla regione fiamminga ha permesso loro di autorizzare i livelli di nitrati superiori al limite normale per ettaro se le condizioni fossero soddisfatte. Tuttavia, il rapporto ufficiale indica che le quantità effettivamente utilizzate in molti casi hanno superato di gran lunga i valori massimi.

Ad oggi, non ci sono prove che questi miglioramenti si siano fermati. Per quanto riguarda la regione vallona, ​​l'attuale programma d'azione sui nitrati (PGDA 3) non contiene tutte le misure richieste dalla direttiva. Nonostante i segnali di una migliore qualità delle acque sotterranee e l'adozione di nuove misure dall'inizio della procedura nel 2013, la Commissione ritiene che alcune misure dovrebbero essere ulteriormente rafforzate e scientificamente basate per garantire il rispetto della qualità delle acque con la Direttiva (periodi di divieto di spargimento liquami, spargimento del letame su terreno in pendenza, registrazione delle quantità di fertilizzanti sparsi sul terreno, ecc...).

La Commissione spera che le proprie preoccupazioni vengano prese in considerazione nella prossima revisione del PGDA 3. Il Belgio ha ora due mesi per rispondere alle argomentazioni presentate dalla Commissione. In caso contrario, la Commissione può decidere di inviare un parere motivato...

Mercoledì 27 novembre 2019/ CE/ Unione Europea.
https://ec.europa.eu

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?Se hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?Se hai dimenticato la tua password te la inviamo qui