Leggere questo articolo in:

Plasma Atmosferico Non Termico (PANT) per inattivare le salmonelle: grande interesse per le industrie alimentari e non solo...

La procedura è di grande interesse per l'industria alimentare, per la sua economia e per il fatto che non genera resistenza nei microrganismi.

Giovedì 19 Aprile 2018 (1 anni 6 mesi 24 giorni fa)
mi piace

La rivista di grande impatto "Food Research International" ha pubblicato i risultati ottenuti dal gruppo di ricerca "Nuove tecnologie di conservazione e sicurezza alimentare" (NEWTEC) dell'Università di León (ULE), coordinato dalla Dr. Mercedes López Fernández, che ha valutato l'efficacia del Plasma Atmosferico Non Termico (PANT) nell'inattivazione di microrganismi di interesse tecnologico e sanitario in diversi alimenti.

Il plasma atmosferico non termico (PANT) è una tecnologia che prevede l'utilizzo di gas ionizzato con una grande capacità di inattivazione microbica, essendo notevole il fatto che ha anche altri vantaggi molto importanti, quali il basso costo di applicazione, l'impiego dai brevi tempi di trattamento alle basse temperature, la possibilità di trattare un'ampia varietà di alimenti, sia liquidi che solidi, precedentemente confezionati ed essendo una tecnologia sostenibile ".

L'articolo intitolato ‘Stress adaptation has a minor impact on the effectivity of Non-Thermal Atmospheric Plasma (NTAP) against Salmonella spp.’, recentemente pubblicato in 'Food Research International', presenta i risultati ottenuti in relazione alla efficacia antimicrobica dei plasmi generati da gas su due differenti sierotipi di Salmonella più spesso coinvolti in casi di salmonellosi, S. typhimurium e S. enteritidis dopo esposizione a varie situazioni avverse che spesso sono sottoposti microrganismi nell'industria alimentare.

Tra le scoperte più interessanti vi è la maggiore efficacia dei plasmi nell'inattivazione di questi due agenti patogeni, che è un ovvio vantaggio dal punto di vista economico poiché, -più spiega- "non c'è gas più economico dell'aria. "

D'altra parte, l'incapacità di questi microrganismi di sviluppare resistenza al PANT, a differenza di quanto avviene con altri metodi di conservazione degli alimenti, "ci ha permesso di concludere che il PANT potrebbe essere una tecnologia di prima scelta da combinare con altri tecnologie di conservazione per ridurre il rischio microbiologico negli alimenti minimamente trasformati. "

Lunedì 9 aprile 2018/ Universidad de León/ Spagna.
http://www.unileon.es/noticias

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

08-Nov-201901-Nov-201925-Ott-201918-Ott-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui