Leggere questo articolo in:

Recupero delle esportazioni di carni suine in Cina nel 2018?..., vedi tabelle...

Le importazioni cinesi hanno raggiunto il picco a metà 2016 e sono diminuite a fine 2017. A novembre 2017 la tendenza si è invertita e le importazioni dovrebbero stabilizzarsi nel 2018.

Venerdì 13 Aprile 2018 (1 anni 4 mesi 5 giorni fa)
mi piace

Dopo il livello record senza precedenti del 2016, le esportazioni di carne suina dell'UE sono diminuite a 2,6 milioni di tonnellate nel 2017, in calo del 9% in volume, ma solo del 2% in meno di valore grazie ai prezzi più elevati . Anche così, le spedizioni sono state superiori del 15% rispetto al 2015. Il calo è stato trainato dalla riduzione delle esportazioni verso la Cina (-34%), parzialmente compensata da significativi aumenti in altre destinazioni come gli Stati Uniti (+ 31%) e Filippine (+ 21%). Anche le esportazioni di frattaglie dell'UE sono state influenzate dalla domanda cinese (-16%), che è scesa a 1,3 milioni di tonnellate (-6%). La dipendenza dell'UE dalle esportazioni di carne suina in Cina è scesa al 28% nel 2017, rispetto al 38% dell'anno precedente, il che dimostra una certa flessibilità per le esportazioni di carne suina dell'UE nella ricerca di nuovi mercati . Tuttavia, la dipendenza della Cina è rimasta più elevata per le esportazioni di frattaglie (53%). Le frattaglie rappresentano il 50% del volume di prodotti a base di carne di maiale esportati in Cina e il 34% del totale delle esportazioni di carni suine dall'UE (21% in valore).

Dal 2015, la Cina sta ristrutturando il settore suinicolo chiudendo o trasferendo gli allevamenti a causa di rigide politiche ambientali, e allo stesso tempo modernizzando il proprio settore suinicolo. Di conseguenza, le importazioni hanno raggiunto il loro picco a metà 2016 e sono poi diminuite alla fine del 2017. Solo a novembre 2017 la tendenza si è invertita e le importazioni dovrebbero stabilizzarsi nel 2018.

L'UE rimane il principale fornitore in Cina, anche se la quota è passata dal 75% nel 2015 al 65% nel 2017. Tutti i principali esportatori di carne di maiale dall'UE in Cina hanno ridotto i volumi nel 2017: Spagna (-9%) , Germania (-44%), Danimarca (-44%) e Paesi Bassi (-28%). Al contrario, gli Stati Uniti come il Canada hanno aumentato le loro quote al 14% nel 2017 (rispettivamente del 13% e dell'8% nel 2016).

Evoluzione delle esportazioni di carne suina e di frattaglie dall'UE alla Cina.
Evoluzione delle esportazioni di carne suina e di frattaglie dall'UE alla Cina.

Nel 2018 le esportazioni dell'UE subiranno forti pressioni a causa dei prezzi bassi e della prevista produzione dei principali concorrenti, gli Stati Uniti. e il Canada, ma anche il Brasile, in particolare se si mantiene il divieto russo sulle importazioni dal Brasile. Tuttavia, le esportazioni dell'UE dovrebbero aumentare del 2,5% nel 2018 a causa di un aumento dell'offerta.

Giovedì 5 aprile 2018/ DG for Agriculture and Rural Development/ European Union.
https://ec.europa.eu/agriculture

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

16-Ago-201909-Ago-201902-Ago-201926-Lug-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui