Leggere questo articolo in:

UE: previsioni a breve termine per il settore suinicolo...(Short-term outlook for EU agricultural markets in 2018 and 2019)

Si prevede che raggiungerà una produzione totale di 24 milioni di tonnellate nel 2018 (+ 1,5% su base annua).

Venerdì 13 Luglio 2018 (1 anni 4 mesi 6 giorni fa)
mi piace

L'offerta cresce nel 2018

Dopo l'aumento del censimento dei riproduttori dell'UE, secondo i dati dell'indagine sul bestiame del dicembre 2017 (+ 1,1% annuo), la produzione di carne suina dell'UE è aumentata del 4,1% in tonnellate nel primo trimestre del 2018 rispetto al 2017. Il tasso di crescita è stato considerevolmente più elevato nell'UE-N13 (+ 10%) rispetto all'UE-15 (+ 3%), con aumenti nella maggior parte degli Stati membri, in particolare in Europa orientale: Polonia (+ 12%), Romania (+ 18%) e Slovacchia (+ 19%). Si prevede che questa rapida crescita si ridurrà entro la fine dell'anno, a causa dei bassi prezzi e delle difficoltà nelle esportazioni, fino a raggiungere una produzione totale di 24 milioni di tonnellate nel 2018 (+ 1,5% su base annua). Nel 2019, la produzione dovrebbe stabilizzarsi, ma ciò dipenderà dalle prestazioni delle esportazioni.

Export di carni suine

Entro il 2018, la China Agricultural Outlook (2018-2027) prevede un'ulteriore contrazione delle importazioni di carni suine (-26%). Se questo si materializza, le esportazioni dell'UE dovrebbero cercare altri punti vendita. Tuttavia, sebbene il volume delle esportazioni verso la Cina sia diminuito del 6% su base annua nei primi quattro mesi del 2018, è stato solo dell'1% in meno rispetto al volume medio del 2017.

L'UE ha mantenuto la sua posizione dominante sul mercato cinese nel primo trimestre del 2018 (il 66% delle importazioni di carne suina), mentre il Canada e gli Stati Uniti hanno leggermente ridotto le loro esportazioni in Cina, dal 14% ciascuna nel 2017 al 12% e all'11%, rispettivamente. Al contrario, il Brasile ha raddoppiato la sua quota all'8%, avendo chiuso il mercato russo da dicembre 2017. Per le frattaglie, la quota dell'UE delle importazioni cinesi era inferiore (57%), ma ancora significativamente superiore a quella degli Stati Uniti (30%) e Canada (10%).

Si prevede che le esportazioni di carne suina europea aumenteranno del 2,5% nel 2018, anche se sotto la pressione dell'aumento delle forniture di carne suina più economica proveniente dagli Stati Uniti e Canada (principali concorrenti dell'UE). Le esportazioni di carne suina dell'UE non dovrebbero aumentare nel 2019, ma ciò dipenderà dall'evoluzione dei prezzi nel 2018.

Luglio 2018/ Short-term outlook for EU agricultural markets in 2018 and 2019/ Unione Europea.
https://ec.europa.eu

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

15-Nov-201908-Nov-201901-Nov-201925-Ott-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui