Leggere questo articolo in:

USDA: Produzione di suini nell'UE, cosa ci riserva questo 2019?

Minor numero di macellazioni, pesi medi più alti, produzione di carne simile, aumento delle esportazioni in Cina ...

Giovedì 28 Marzo 2019 (8 mesi 12 giorni fa)
mi piace

Le previsioni dell'USDA per la produzione suina europea per quest'anno 2019 indicano una diminuzione dell'abbattimento di circa 2,5 milioni di capi, anche se sarebbe il secondo valore record, inferiore a quello raggiunto lo scorso anno. Nonostante la diminuzione del numero di macellazioni, il maggiore peso medio atteso farà sì che la produzione di carne sia leggermente inferiore a quella del 2018.

Due fattori sono importanti per ciò che accadrà alla fine: la domanda di importazioni cinesi e la situazione della peste suina africana (PSA).

Nel 2018, le esportazioni di carni suine dalla UE alla Cina non ha raggiunto il record del 2016 (1,46 milioni di tonnellate), anche se il settore potrebbe espandere le esportazioni verso il Giappone, la Corea del Sud, Filippine, Vietnam e Stati Uniti . Gli Stati membri dell'UE che hanno ottenuto volumi di esportazione sono stati Spagna, Germania e Polonia. Le esportazioni tedesche verso la Cina e la Corea del Sud sono aumentate, mentre nel caso della Spagna e dei Paesi Bassi, le esportazioni che sono aumentate sono state quelle rivolte a Giappone e Corea del Sud.

Sebbene la produzione sia aumentata di 640.000 tonnellate, le esportazioni sono aumentate solo di 140.000 tonnellate. Tenendo conto di queste cifre e del consumo interno di carne nell'UE, che l'USDA stima a 21,0 milioni di tonnellate al massimo, circa 300.000 tonnellate saranno immagazzinate per le vendite rinviate nel mercato nazionale o di esportazione. Si prevede che l'eccedenza di produzione e stoccaggio stimolerà le esportazioni, specialmente nel caso della Spagna e del Portogallo, che dovrebbero essere i paesi che aumenteranno la produzione e le esportazioni nel 2019, mentre, d'altro canto, nel caso saranno previste riduzioni significative dalla Germania e dalla Polonia.

Sebbene il settore suino dell'UE abbia cercato di diversificare le proprie esportazioni, la Cina è ancora considerata il principale mercato in crescita. Si prevede che le esportazioni dell'UE verso la Cina aumenteranno in risposta ai focolai di PSA che si stanno verificando in Cina e alla crescente domanda cinese di carne. Inoltre, i dazi delle importazioni cinesi di carne suina statunitense sono considerate un vantaggio competitivo. Sebbene i dati dimostrino che è principalmente il Brasile a beneficiare della ridotta concorrenza degli Stati Uniti in Cina, nonostante il fatto che l'UE resti, a grande distanza, il più grande fornitore di carne suina. La Spagna, attualmente il principale esportatore di carne suina nell'UE, si concentrerà anche su Messico e Sud America. Di conseguenza, le esportazioni di carni suine spagnole verso il Messico dovrebbero continuare a crescere. Nel 2018, un volume di circa 10.000 tonnellate di carni suine spagnole, del valore di $ 33 milioni, è stato esportato in Messico. Attualmente, il Messico è la principale destinazione di esportazione al di fuori dell'Unione europea per il prosciutto Serrano.

Venerdì 22 febbraio 2019/ GAIN-USDA/ Stati Uniti.
https://gain.fas.usda.gov

Articoli correlati

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

06-Dic-201929-Nov-201922-Nov-201915-Nov-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui