Leggere questo articolo in:

EFSA: diversità nelle politiche internazionali extra UE sulla resistenza antimicrobica, vedi grafico...

Questo rapporto presenta una panoramica e un'analisi delle risposte ricevute dai paesi non UE a un questionario sulle politiche e misure nazionali adottate in questi paesi per combattere lo sviluppo della resistenza antimicrobica nelle aree umana e animale.

Giovedì 19 Luglio 2018 (1 anni 1 mesi 4 giorni fa)
mi piace

La resistenza antimicrobica (AMR) rappresenta una seria minaccia per la salute umana e animale e un onere sociale ed economico significativo, sia nell'UE che a livello mondiale. La Commissione europea ha inviato un questionario ai paesi non UE sulle loro politiche e misure nazionali per affrontare la resistenza antimicrobica.

Il questionario è stato inviato dalla Direzione Generale per la Salute e la sicurezza alimentare alle 128 delegazioni allegate paesi dell'UE non appartenenti all'UE nel dicembre 2016, chiedendo che il questionario sia successivamente distribuito alle autorità nazionali competenti per la salute umana e veterinaria .

Le risposte ricevute sono state analizzate in forma anonima, che mostra una interessante panoramica delle misure adottate in tutto il mondo per affrontare la sfida importante della resistenza antimicrobica sia in medicina umana e veterinaria.

Dei 71 paesi che hanno risposto a questa domanda, 48 hanno dichiarato che non hanno sviluppato alcuna politica o linee guida nazionali per quanto riguarda l'uso sicuro degli antimicrobici negli animali, mentre 23 paesi hanno riferito che non hanno tali politiche o linee guida. Come mostrato nella Figura 1, ci sono differenze tra le regioni geografiche. A parte la regione del Nord America (1 risposta), la più alta percentuale di paesi intervistati che hanno sviluppato politiche sull'uso prudente degli animali proviene da Asia orientale e il Pacifico (50%). La gran parte degli intervistati provenienti dal Medio Oriente e Nord Africa (86%) e l'Africa sub-sahariana (79%) non hanno politiche o linee guida sull'uso prudente degli antimicrobici negli animali. Inoltre, tra i paesi esaminati nell'Asia meridionale (2), nessuno ha sviluppato politiche o linee guida sull'uso prudente degli antimicrobici negli animali.

Politiche e linee guida sull'uso prudente degli antimicrobici negli animali.
Politiche e linee guida sull'uso prudente degli antimicrobici negli animali.

Martedì 31 maggio 2018/ EFSA/ Unione Europea.
http://ec.europa.eu/food

vedere altri articoli correlati con l'articolo

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

23-Ago-201916-Ago-201909-Ago-201902-Ago-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui