Leggere questo articolo in:

Ionizzazione delle particelle elettrostatiche per diminuire la trasmissione aerogena dei patogeni dei suini

La riduzione degli agenti infettanti nell'aria, mediante la tecnologia EPI (electrostatic particle ionization system), potrebbe potenzialmente diminuire l'esposizione ai microbi da parte dei suini e degli allevatori.

Giovedì 15 Giugno 2017 (2 mesi 6 giorni fa)

Il virus dell'influenza A (IAV), il virus della sindrome riproduttiva e respiratoria dei suini (PRRSV), il virus della diarrea epidemica dei suini (PEDV) e lo Staphylococcus aureus, sono patogeni dei suini importanti capaci di tramettersi attraverso gli aerosol. Il sistema di ionizzazione delle particelle elettrostatiche (EPI) consiste in una linea conduttiva che emette ioni negativi che caricano le particelle elettronicamente, dando luogo ad una sedimentazione delle paricelle presenti nell'aria sulle superfici e ad una potenziale diminuzione del rischio di disseminazione dei patogeni.

Gli obiettivi di questo studio erano determinare gli effetti del sistema EPI sulla quantità e vitalità dell'IAV, PRRSV, PEDV e S. aureus negli aerosol generati sperimentalmente ed in aerosol generati dagli animali infetti. Venne valutata l'efficienza nell'eliminazione delle particelle in sospensione in funzione della loro dimensione (da 0,4 a 10 μm), della fonte di ioni (1, 2 e 3 m) e dell'umidità relativa dell'aria (HR= 30% vs al 70%). Gli aerosol vennero sottoposti a campionamenti con il sistema EPI acceso o spento.

L'efficacia dell'eliminazione fu significativamente maggiore per i patogeni quando la linea di EPI era il più possibile vicina alle fonti di aerosol. Ci fu una maggior riduzione per le particelle più grandi che oscillavano tra 3,3 e 9 μm, variando in funzione del patogeno. La riduzione totale dei patogeni nell'aria oscillò tra 0,5 e 1,9 logs.

Vennero rilevati patogeni vitali con il sistema EPI, però ci fu una tendenza a ridurre le quantità di PRRSV e IAV vitali. Non ci furono effetti significativi sull'efficacia dell'eliminazione dei patogeni in funzione delle condizioni di umidità relativa testata.

Riassumendo, la distanza dalle fonti degli ioni, il tipo di patogeno e la dimensione delle particelle ebbero influenze sull'efficienza dell'eliminazione da parte del sistema EPI. La riduzione degli agenti infettanti nell'aria mediante la tecnologia EPI potrebbe diminuire potenzialmente l'esposizione microbica nei suini e nelle persone addette negli allevamenti zootecnici intensivi.

Alonso, C., Raynor, P. C., Davies, P. R., Morrison, R. B., & Torremorell, M. (2015). Evaluation of an electrostatic particle ionization technology for decreasing airborne pathogens in pigs. Aerobiologia, 1-15. DOI: 10.1007/s10453-015-9413-3

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags