Leggere questo articolo in:

Livello dietetico ottimale di PG nelle diete integrate con aminoacidi cristallini per scrofe lattanti ad alte prestazioni

L'integrazione con AA cristallini consente la riduzione a 126 g SID di PG / kg senza influenzare la crescita della figliata...

Giovedì 16 Gennaio 2020 (4 giorni fa)
mi piace

L'uso di aminoacidi cristallini (AA) nelle diete consente di soddisfare i fabbisogni specifici di AA e di adeguarne i profili dietetici, riducendo al contempo il contenuto di proteine grezze (PG) nella dieta. Inoltre, ridurre l'eccesso di PG nella dieta includendo AA cristallini riduce il catabolismo degli AA che superano i fabbisogni dietetici nelle scrofe lattanti e riduce l'escrezione di composti del N nell'ambiente.

Pertanto, l'obiettivo del presente studio era di determinare il livello ottimale di digeribilità ileale standardizzata (SID) della PG per massimizzare l'incremento ponderale delle figliate delle scrofe lattanti ad alte prestazioni, quando vengono alimentate con PG ridotta, integrata con aminoacidi cristallini.

A tal fine, un totale di 520 scrofe Landrace × Yorkshire (con una parità-N° di parto, variabile da 1 a 5) sono state assegnate a 1 di 6 diete due giorni dopo il parto, con figliate standardizzate a 14 suinetti. Tutte le diete sono state formulate per soddisfare o superare leggermente le raccomandazioni danesi di Lys, Met, Met + Cys, Thr e Trp attraverso l'uso di aminoacidi cristallini. Le diete sperimentali contenevano 116, 126, 132, 138, 144 e 153 g SID PG per kg (come alimento). Il peso corporeo della scrofa, lo spessore del grasso dorsale ed il peso della figliata, sono stati registrati durante la standardizzazione della figliata (d2) ed allo svezzamento. In un sotto-campione di 72 scrofe (parità da 2 a 4), i campioni di latte sono stati raccolti nei giorni 3, 10 e 17 dopo il parto e i campioni di sangue sono stati prelevati nei giorni 10 e 17 dopo il parto.

Come risultati, il contenuto di PG nella dieta non ha influito sulla dimensione delle figliate e sull'incremento medio giornaliero allo svezzamento. Allo stesso modo, la PG dietetica non ha influenzato il contenuto di grassi e lattosio nel latte. Allo stesso modo, il peso corporeo delle scrofe e lo spessore del grasso dorsale erano simili in tutti i trattamenti dietetici. Le proteine del latte e la Lys, tra gli altri aminoacidi essenziali delle proteine del latte, sono state ridotte ad una concentrazione di PG SID di 116 g / kg. Le concentrazioni plasmatiche di acidi grassi non esterificati e creatinina non sono state influenzate dal trattamento dietetico, ma le concentrazioni plasmatiche di azoto ureico sono aumentate con l'aumentare del contenuto in PG nella dieta.

In conclusione, le scrofe sono state in grado di mantenere un'elevata crescita della figliata quando sono state alimentate con diete con PG ridotta ed integrate con aminoacidi cristallini, senza ripercussioni su altri parametri. Tuttavia, l'alimentazione delle scrofe con meno di 126 g di SID PG / kg (consumati) non dovrebbe essere raccomandata, altrimenti potrebbero essere influenzate le concentrazioni delle proteine e di amminoacidi nel latte.

Hojgaard, C. K., Bruun, T. S., Strathe, A. V., Zerrahn, J. E., & Hansen, C. F. (2019). High-yielding lactating sows maintained a high litter growth when fed reduced CP, crystalline amino acid-supplemented diets. Livestock Science, 226, 40-47. https://doi.org/10.1016/j.livsci.2019.06.002

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?Se hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags