Leggere questo articolo in:

Uso della pietra calcare (limestone) nella dieta dei suinetti svezzati: effetti sulla crescita, sul microbiota intestinale e sull'espressione genica del digiuno

Livelli elevati di pietra calcare nelle diete per lo svezzamento possono influenzare le prestazioni dei suinetti dopo lo svezzamento...

Martedì 22 Gennaio 2019 (5 mesi 3 giorni fa)
mi piace

Gli ingredienti di origine vegetale utilizzati nei mangimi contengono bassi livelli di Ca. Pertanto, il Ca deve essere integrato con fonti animali o minerali, come la pietra calcare o i fosfati di calcio. Tuttavia, è noto che l'aumento del livello di Ca nella dieta diminuisce linearmente la performance di crescita e l'assunzione di cibo. Per comprendere meglio i possibili meccanismi sottostanti che causano questo effetto deleterio dell'inclusione della pietra calcare nelle diete di svezzamento, sono stati condotti due studi sperimentali per valutare il loro impatto sulle prestazioni di crescita, sul microbiota del colon e sull'espressione dei geni a livello del digiuno.

Un totale di 240 suinetti (26 ± 2 giorni di età, peso corporeo medio di 7,7 ± 1,04 kg) sono stati assegnati in modo casuale a 3 diete: calcare 0% (NL), calcare allo 0,8% (ML) e 1,6% di calcare (HL) per fornire rispettivamente 0,6, 0,9 e 1,2% di Ca totale. L'assunzione di cibo e il peso corporeo individuale sono stati registrati durante la fase di pre-starter (14 giorni). I suini alimentati con la dieta HL (1,2% del totale Ca) avevano un PC più basso, IMG e un tasso di conversione peggiore rispetto ai suini alimentati con diete NL e ML.

In un secondo esperimento un totale di 18 suinetti (28 ± 0 d di età, PC medio = 7,2 ± 0,24 kg) erano individualmente alloggiati in gabbie e assegnati in modo casuale a 2 trattamenti dietetici: calcare allo 0% e 1,4% di calcare per fornire rispettivamente 0,6 e 1,2% di Ca totale. I suinetti sono stati alimentati durante la fase di pre-starter e quindi sacrificati per ottenere tessuto del digiuno e determinare l'espressione genica e il digesta del colon per analizzare il gene 16SRNA del microbiota. I suinetti alimentati con calcare 1,4% (1,2% di Ca totale) hanno mostrato una maggiore diversità beta (maggiore disparità tra i suini) e un aumento dei generi di Bacteroides nel colon rispetto ai suinetti alimentati senza pietra calcare. Questi animali hanno anche mostrato una sovra-regolazione degli insiemi di geni relativi alla regolazione del ciclo cellulare, la trascrizione del DNA e dell'RNA e la risposta infiammatoria nel digiuno.

In conclusione, alti livelli di inclusione di pietra calcare nelle diete pre-starter riducono le prestazioni di crescita senza influenzare l'assunzione di mangime nei suinetti svezzati. Tuttavia, l'aggiunta di pietra calcare nelle diete per 14 giorni dopo lo svezzamento può sovra-regolare l'espressione dei geni correlati alla risposta infiammatoria e aumentare la diversità beta del colon con un aumento del genere Bacteroides.

Blavi, L., Perez, J. F., Villodre, C., López, P., Martín-Orúe, S. M., Motta, V., Luise, D., Trevisi, P., and Sola-Oriol, D. Effects of limestone inclusion on growth performance, intestinal microbiota, and the jejunal transcriptomic profile when fed to weaning pigs. Animal Feed Science and Technology 242 (2018): 8-20. https://doi.org/10.1016/j.anifeedsci.2018.05.008

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags