Leggere questo articolo in:

Uso nei suini di microbi isolati dall'ospite stesso come probiotici

L'uso di microbi isolati dall'ospite come probiotici può essere un modo appropriato per modulare il microbiota intestinale promuovendo buona salute e prestazioni nei suini in crescita...

Martedì 1 Maggio 2018 (5 mesi 19 giorni fa)
mi piace

La supplementazione con probiotici potrebbe essere una misura protettiva per migliorare la diarrea, ma i risultati dell'uso dei probiotici possono dipendere dalla specificità dell'ospite. L'obiettivo di questo studio era di valutare l'efficacia di uno specifico probiotico dell'ospite su crescita, diarrea, microbiota intestinale e salute intestinale dei suini in fase di crescita-ingrasso. Lo studio (180 giorni) ha utilizzato 36 suinetti svezzati a 28 giorni di età divisi in tre gruppi sulla base di un trattamento dietetico (4 repliche e 3 suini / box) senza l'uso di antibiotici. I trattamenti erano: T0 (dieta base, controllo), T1 (dieta base + probiotico di origine lattiero-caseario, Lactobacillus acidophilus NCDC-15) e T2 (dieta base + probiotico di origine suina, ceppo FT28 di Pediococcus acidilactici). Il programma di alimentazione era in 4 fasi (5-10 kg, 10-20 kg, 20-50 kg e 50-80 kg di peso corporeo) e contenente 23,2, 21,0, 19,6 e 15,3 % di proteina grezza. I probiotici venivano somministrati come mangime fermentato a 200 g / suino / giorno. La procedura consisteva in 1 kg di mais macinato mescolato con 1 litro di acqua e inoculato con una coltura di 24 ore (100 ml di coltura inoculata). Sei maiali di ciascun gruppo sono stati sacrificati alla fine del test per determinare la morfologia intestinale.

L'alimentazione giornaliera con probiotici dallo svezzamento all'età della macellazione ha comportato un aumento dell'incremento medio giornaliero (IMG), l'assunzione giornaliera media di sostanza secca (ADMI) ed Indice di conversione (IC). I conteggi fecali di batteri lattici (BAL) e bifidobatteri sono aumentati, mentre la popolazione di E. coli e clostridi è diminuita in entrambi i gruppi nutriti con probiotici rispetto al controllo. La concentrazione di acido lattico nelle feci era più alta per i suini alimentati con la dieta T2. Diversamente, l'azoto ammoniacale e il pH sono risultati inferiori nei suini T1 e T2 rispetto al controllo. Sia la supplementazione probiotica (di origine dal latte e quella suina) hanno ridotto i punteggi di diarrea dopo lo svezzamento, tuttavia, il ceppo FT28 di P. acidilactici era più efficace di L. acidophilus NCDC-15. È stato osservato un aumento dell'altezza dei villi (V) e della profondità delle cripte (C) con una diminuzione del rapporto V: C per entrambi i supplementi probiotici.

In conclusione, l'integrazione della dieta con i probiotici migliora la crescita, la conta microbica fecale e la morfologia intestinale nei suini da ingrasso. Il ceppo Pediococcus acidilactici FT28 era più efficace rispetto al Lactobacillus acidophilus NCDC-15 per controllare la diarrea e mantenere l'ambiente acido nel tratto intestinale producendo più acido lattico fecale, suggerendo la specificità dei probiotici a seconda delle specie ospiti .

L'uso di microbi isolati dall'ospite come probiotici dovrebbe essere una tecnologia più appropriata per mantenere lo stato di salute e le prestazioni degli animali migliorando lo stress causato dallo svezzamento.

Dowarah, R., Verma, A. K., Agarwal, N., Patel, B. H. M., and Singh, P. (2017). Effect of swine based probiotic on performance, diarrhoea scores, intestinal microbiota and gut health of grower-finisher crossbred pigs. Livestock Science, 195, 74-79. https://doi.org/10.1016/j.livsci.2016.11.006

Articoli correlati

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags