Leggere questo articolo in:

Effetti della vaccinazione contro l'infezione subclinica da PCV2 in un allevamento al elevato status sanitario

Il proposito del presente studio fu valutare gli effetti della vaccinazione contro il PCV2 in un allevamento di ingrasso ad elevato stato sanitario ed infettato dalla forma subclinica, in termini di carica virale nel siero, conversione alimentare e trattamenti antimicrobici...

Martedì 7 Novembre 2017 (16 giorni fa)

Durante l'ultima decade, la manifestazione clinica delle infezioni da circovirus suino tipo 2 (PCV2) ha mutato principalmente la sindrome del deperimento multisistemico post-svezzamento e l'elevata mortalità a infezioni subcliniche che si manifestano solamente attraverso il deterioramento dei parametri produttivi. Tuttavia, la coinfezione con altri patogeni respiratori spesso porta a maggiori effetti sulle produzioni, a volte con segni clinici.

Poco si sa sull'impatto di una infezione da PCV2 di livello moderato senza coinfezioni, specialmente in termini di indici di conversione e di consumo di antimicrobici. Il proposito del presente studio fu valutare gli effetti della vaccinazione contro il PCV2 in un allevamento di ingrasso ad elevato stato sanitario ed infettato dalla forma subclinica, in termini di carica virale nel siero, conversione alimentare e trattamenti antimicrobici. Lo studio è stato realizzato come un trial di campo clinico randomizzato con un disegno di gruppo parallelo (parallel group design).

La vaccinazione contro il PCV2 riduce significativamente la prevalenza dei gruppi con sieri PCV2-positivi, del 91% nel gruppo controllo al 6% nel gruppo vaccinato, così come la carica virale per i gruppi positivi di 5,79 a 3,99 log (10) coppie per ml di siero. Nonostante questo, l'indice di conversione alimentare per i due gruppi non fu significativamente differente, con una media di 2,75 e 2,76 per i suini vaccinati e controllo, rispettivamente. La percentuale di suini trattati mediante iniezioni con un antimicrobico fu minore nel gruppo vaccinato (4,4%) rispetto al gruppo non vaccinato (5,6%), però la differenza non fu significativa.

In conclusione, in questo allevamento senza coinfezioni respiratorie e con un carico virale moderato di PCV2, la vaccinazione ridusse significativamente la prevalenza e la carica virale dei suini positivi al PCV2, però non ebbe un impatto significativo sull'indice di conversione o sul consumo di antimicrobici.

Nielsen GB, Nielsen JP, Haugegaard J, Denwood MJ, Houe H; Effect of Vaccination against Sub-Clinical Porcine Circovirus Type 2 Infection in a High-Health Finishing Pig Herd: A Randomised Clinical Field Trial; Prev Vet Med. 2017 Jun 1;141:14-21. doi: 10.1016/j.prevetmed.2017.04.003. Epub 2017 Apr 15.PMID: 28532989 DOI: 10.1016/j.prevetmed.2017.04.003

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags