Leggere questo articolo in:

Oscurità diagnostica: diminuzione puntuale della fertilità in estate

La riproduzione dei suini e l'estate non sono buoni amici... Il caldo arriva, le ore di sole diminuiscono, le fecondazioni falliscono ed i veterinari inventano più patologie riproduttive che nel resto dell'anno. Perché fare sempre le stesse cose non sempre dà gli stessi risultati?...

Lunedì 11 Febbraio 2019 (6 mesi 12 giorni fa)
1 mi piace

L'allevamento

Il nostro caso clinico inizia a settembre 2016, in un allevamento di 1200 scrofe di genetica F1 Batallé (Duroc x Landrace) situato in Catalogna.

L'allevamento lavora in bande settimanali e alleva suinetti (Duroc x Landrace x Pietrain) fino a 20 kg, in modo da avere il sito 1 ed il sito 2 a 150 metri di distanza tra di loro.

Vista aerea dellallevamento

Figura 1. Vista aerea dell'allevamento.

L'allevamento è stabile per la PRRS e svezza continuamente suinetti negativi. Le scrofe sono immunizzate con vaccino PRRS vivo a tappeto e mal rosso e parvovirus nel ciclo. La rimonta riceve lo stesso protocollo vaccinale, con 4 entrate annuali di scrofette di 4 e 5 mesi di età.

I numeri in sala parto sono buoni: 14,5 suinetti totali, 12,47 suinetti svezzati / parto ed un peso di 7,5 kg / suinetto.

I numeri in gestazione sono migliorabili: 89,5% di fertilità e 88,4% di portata al parto (PI), con una marcata diminuzione della PI in corrispondenza delle coperture di luglio-agosto-settembre 2016 (figura 2).

Figura 2. Portata al parto nell'anno 2016.
Figura 2. Portata al parto nell'anno 2016.

È importante menzionare che in questo allevamento le scrofe sono tenute in gabbia solo durante l'allattamento e fino alla copertura, dopo di che passano nei box. La distribuzione del mangime è facilitata, in base alla disponibilità, da alimentatori elettronici o dosatori individuali in gabbia aperta (figura 3) e sempre con la stessa curva di alimentazione (energia di mantenimento + 30%) durante il primo terzo della gestazione.

Figura 3. Dosatori individuali in gabbia aperta.
Figura 3. Dosatori individuali in gabbia aperta.

Figura 3. Tipo di box disponibili in allevamento.
Figura 3. Tipo di box disponibili in allevamento.

Comparsa del caso

Settembre 2016: la fertilità è peggiorata banda dopo banda dalla settimana 26.

Nella nostra visita in allevamento, vediamo che l'intervallo svezzamento-calore (ISC) è stato mantenuto durante i mesi estivi, il che si adatta ai commenti del personale di sala parto che ci dice che le scrofe hanno seguito senza problemi i modelli di alimentazione in lattazione e sono andate bene in calore. La fertilità è stata mantenuta il giorno 24, ma c'è stato un aumento dei ritorni aciclici, quindi, abbiamo deciso di passare ad una seconda ecografia il giorno 33 di gravidanza in un box con scrofe positive il giorno 24. Non solo abbiamo rilevato scrofe vuote, ma anche quelle negative (vuote) erano molto vicine nel box, cosa che non ha sorpreso la persona incaricata della gestazione, che ha commentato di aver visto perdite embrionali diverse volte nelle scrofe dello stesso sottogruppo (figura 5).

 Figura 5. Esempio di risultati della diagnosi di gravidanza al giorno 33
 Figura 5. Esempio di risultati della diagnosi di gravidanza al giorno 33

Investigazione dei ritorni: leptospirosi?

Il problema aveva un'aria "contagiosa", sebbene le scrofe negative (vuote) non presentassero alcuna sintomatologia clinica e non avessero smesso di mangiare un solo giorno da quando erano nei box, il che rendeva difficile includere nelle nostre diagnosi differenziali patologie che potessero causare aborti indiretti ( per la febbre, per esempio...).

Abbiamo prelevato campioni di sangue da scrofe positive a 33 giorni di gestazione (verde, tabella 1), scrofe negative (vuote) al giorno 33 (arancione, tabella 1) e scrofe che erano state rimosse dal gruppo a causa della perdita embrionale osservata (rosso, tabella 1). Come era stato storicamente pensato che potesse essere un caso di leptospirosi (i 4 anni precedenti avevano presentato esattamente la stessa diminuzione della PI nei mesi di luglio-agosto-settembre (figura 6)), è stata richiesta la sierologia per micro-agglutinazione (MAT), ma non c'erano né positività né differenze tra gruppi di scrofe (tabella 1).

Tabella 1. Campionamento eseguito per tipo di scrofa e risultati.

Rif. campione Leptospira MAT
1 B 3520 -
2 B 3404 Bratislava 1/30
3 B 4152 Bratislava 1/30
4 B 4136 Bratislava 1/30
5 B 3512 Bratislava 1/30
6 B 4130 Bratislava 1/30
7 B 4443 -
8 B 3672 Bratislava 1/30
9 B 4418 Bratislava 1/30
10 B 4434 -
11 B 3661 Bratislava 1/30
12 B 3480 Bratislava 1/30
13 100713 Bratislava 1/30
14 404550 Bratislava 1/30
15 B 3675 Bratislava 1/30 e Icterohaemorragiae 1/30
16 B 3399 Bratislava 1/30
17 B 4294 Bratislava 1/30
18 B 4602 Bratislava 1/30

Figura 6. Portata al parto periodo 2013-2018.
Figura 6. Portata al parto periodo 2013-2018.

Il problema si è risolto da solo: infertilità stagionale?

Prima di avere il minimo sospetto su ciò che potesse accadere, e senza cambiare gestione o medicazioni, le fertilità di ottobre hanno toccato il 94%, come a novembre e a dicembre. Il problema si era risolto da solo, ma sembrava che ci saremmo di nuovo trovati di fronte allo stesso problema, quindi abbiamo dovuto formulare altre ipotesi che avessero giustificato il declino storico della PI corrispondente alle coperture estive.

E' stato sempre più strano pensare che un agente infettivo avesse puntualmente raggiunto la 28° settimana, anno dopo anno, per aumentare la % di ritorni aciclici, quindi ci siamo diretti alle nostre letture di articoli contenenti i termini: il ritmo circadiano, il ritmo circo-annuale, melatonina ed infertilità stagionale...

I problemi riproduttivi connessi all'infertilità stagionale della specie suina sono molteplici: aumento dell'ISC, ridotta portata al parto, insorgenza ritardata della pubertà e, anche se con meno consensi, la riduzione dei nati totali. I fattori ambientali e gestionali che ne facilitano la loro comparsa sono chiaramente riassunti dal Prof. Olli Peltoniemi e Juha Virolainen nella "Seasonality of reproduction in gilts and sows" (figura 7).

Figura 7. Fattori che influiscono sulla comparsa dell'infertilità stagionale
Figura 7. Fattori che influiscono sulla comparsa dell'infertilità stagionale

Il fotoperiodo gioca un ruolo importante nell'infertilità stagionale. L'ipotalamo delle scrofe riceve informazioni sulle ore di luce nel tempo e la concentrazione di melatonina nel sangue e diminuisce o aumenta gli impulsi del GnRH e la loro intensità. Dopo 6-8 settimane di lunghi giorni con diminuzione del fotoperiodo (luglio-agosto-settembre, alla nostra latitudine) la pulsatilità del GnRH inizia a diminuire, di conseguenza anche quella di LH e FSH e si abbassano anche i livelli di progesterone. Il fatto che i livelli di progesterone siano ridotti fino alla perdita della gravidanza dipenderà dall'interazione con il resto dei fattori. Di tutti loro, i diversi nella nostra azienda rispetto ad altri nell'area con la stessa genetica e gestione erano: il sistema di alimentazione e la maggiore interazione sociale promossa dal tipo di alloggiamento in gruppo, dopo la copertura. Sarebbe stato qui dove avremmo eseguito i cambiamenti nell'estate del 2017...

Cambi effettuati l'estate successiva, nel 2017

A partire dalla settimana 24, le scrofe sono state ricevute nei box di gestazione con una curva di alimentazione di energia di mantenimento + 60% e avrebbero avuto polpa di barbabietola ad libitum, dalla fine dell'estro fino al giorno 40 di gestazione...

Il miglioramento dell'IP nei mesi in conflitto è stato del 15% (figura 8). Le misure adottate hanno tenuto a bada i ritorni aciclici a luglio e settembre, ma sono state insufficienti in 2 settimane ad agosto, dove i ritorni aciclici hanno lasciato la fertilità al 70%. Siamo rimasti soddisfatti del risultato complessivo e, sebbene potessimo migliorare, non sapevamo ancora come farlo.

Figura 8. Miglioramento della IP, anni 2016-2017.
Figura 8. Miglioramento della IP, anni 2016-2017.

Maggiori variazioni nell'estate del 2018

Il 2018 ci ha ricevuto con un virus PRRS che ha drasticamente ridotto la IP del primo semestre, quindi per salvare l'anno abbiamo avuto bisogno più che mai di una buona IP delle copertura estive. A partire dalla settimana 24 adottiamo le stesse misure del 2017 (energia di mantenimento + 60% e polpe di barbabietola ad libitum). Luglio è iniziato con buoni risultati di fertilità al giorno 24, ma è sceso al giorno 33. Poi, il capo dell'allevamento ha fatto un'osservazione: ogni settimana del mese era rimasto nei box scrofe una macchina di alimentazione per 80 scrofe, così è stato necessario mescolare le bande per completarli. Potrebbe il mescolamento di scrofe e le code di accesso alle macchine di distribuzione del mangime generare ulteriore stress, abbassando i livelli di progesterone e aumentare i ritorni aciclici?...

Per rispondere a questa domanda, dalla settimana 31, le scrofe sono state alloggiate, alla fine del calore, in box di 20 scrofe e alimentatore individuale. In questo modo, ci sarebbe una singola gerarchia e avremmo potuto alimentare tutte le scrofe allo stesso tempo. Inoltre, dalla settimana 35 abbiamo introdotto un verro vasectomizzato nel gruppo di scrofe al fine di ridurre l'aggressività e forse raggiungere livelli più elevati di progesterone. I risultati di entrambi i cambi di gestione sono stati spettacolari (figura 9) e nei mesi di agosto-settembre e ottobre abbiamo migliorato i risultati del 2017. Che vittoria sarà nell'estate del 2019!...

Figura 9. Portata al parto durante luglio-agosto-settembre 2018 (per settimane).
Figura 9. Portata al parto durante luglio-agosto-settembre 2018 (per settimane).

Conclusioni

Non è la stessa cosa tornare indietro, e fare la stessa gestione per tutto l'anno che può darci risultati diversi...

Lavoriamo con una specie stagionale e questo ci costringe a fare cose diverse a seconda delle condizioni ambientali per mantenere gli stessi indici riproduttivi durante tutto l'anno.

Non sarebbe stato possibile capire che avevamo a che fare con un caso di infertilità stagionale e risolverlo senza l'eccellente team che lavora in questo allevamento, Enric Marco e Olli Peltoniemi: Grazie mille per il vostro aiuto!...

Casi Clinici

Aumento improvviso dei ritorni...27-Ago-2018 11 mesi 27 giorni fa

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags