MERIAL SWINE FOCUS 2016: dall’anamnesi alla diagnosi in suiatria: il percorso diagnostico a chilometri zero

Grazie all’ottima conduzione dei diversi coordinatori e alla precisa gestione tecnica delle comunicazioni, l’evento si è svolto in modo molto fluido ed informale e si è caratterizzato per una elevata dinamicità che ha consentito a tutti di poter esprimere le proprie opinioni.

Giovedì 25 Febbraio 2016 (1 anni 9 mesi 20 giorni fa)
Merial ItaliaAziendaMerial ItaliaITALIA

merial

Venerdì 19 Febbraio 2016 Merial Italia ha dato vita alla seconda edizione del Merial Swine Focus, evento che ha riscosso grande consenso tra i veterinari suiatri.

 

Con la consapevolezza del grande valore che hanno iniziative di formazione che permettono ai professionisti di confrontarsi e condividere le proprie conoscenze, Merial ha organizzato un evento primo nel suo genere in questo settore per contenuti e modalità che ha visto affluire un centinaio di veterinari suiatri provenienti da tutta Italia in quattro diverse sale collegate in videoconferenza bidirezionale interattiva. Un importante contributo audio-video è inoltre stato trasmesso in diretta dalla sala anatomica dell’università di Padova (Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione).

I partecipanti nelle diverse sale hanno potuto “vivere” un reale caso clinico di infezione da influenza virus in un allevamento a ciclo chiuso, interessante per diversi aspetti tra cui l’insorgenza estiva della sintomatologia, stagione che sempre più spesso vede manifestazioni cliniche di influenza, e la sintomatologia anomala, non caratterizzata dalle tipiche problematiche respiratorie, ma bensì da forme respiratorie atipiche associate ad una scarsa efficienza dell’allevamento, in particolare nella fase di messa a terra.

Dopo aver ricevuto le informazioni anamnestiche e anatomopatologiche, i veterinari intervenuti hanno potuto confrontarsi in ciascuna sede in piccoli gruppi con i colleghi, per formulare inizialmente un primo sospetto diagnostico e la richiesta di esami di laboratorio di approfondimento; successivamente, con il dipanarsi del caso grazie alle informazioni aggiuntive che si rendevano via via disponibili e la condivisione dei referti di laboratorio, per formulare la propria diagnosi. La conclusione della giornata ha visto la condivisione degli approcci d’intervento messi in atto nel reale caso clinico, che hanno rappresentato un ulteriore stimolo alla discussione plenaria, nel corso della quale è emerso chiaramente il valore attribuito dai presenti alla vaccinazione contro i virus influenzali, in particolare per i riproduttori e, in virtù della severità dei casi, anche negli animali da macello, vista come un importante strumento di contenimento dell’impatto di queste infezioni sulle performances degli allevamenti. Inoltre dalla discussione è emerso quanto sia importante l’approccio diagnostico basato sull’individuazione di animali clinici, con temperatura febbrile, (5 o 6) cui verranno praticati prelievi di materiale biologico tramite tampone nasale allo scopo di individuare e successivamente isolare il virus influenzale se presente.

Merial Swine Focus 2016 è stato primo nel suo genere per contenuti, poiché è stato ideato con la finalità di accompagnare i partecipanti durante un processo diagnostico di un caso clinico realmente accaduto. Alla base di questo approccio risiede la convinzione che il successo dei piani di profilassi e terapia formulati dal veterinario passi attraverso la conoscenza e l’applicazione di adeguati approcci diagnostici alle complesse problematiche che affronta in allevamento. Ogni occasione di aggiornamento e autoverifica dei percorsi diagnostici attuati ha quindi come riflesso un impiego più mirato dei vaccini e dei farmaci in generale, con conseguenti migliori risultati a beneficio di tutti: allevatori, veterinari, aziende e consumatori.

Merial Swine Focus 2016 è stato inoltre primo nel suo genere nella modalità poiché questo format ha consentito di realizzare un evento caratterizzato da comunicazione bidirezionale, coralità e praticità:

  • Comunicazione bidirezionale poiché non si è trattato del consueto evento con relazioni a senso unico che vedono una platea di ascoltatori, ma di un workshop teorico-pratico che ha offerto a ciascuno l’opportunità di analizzare quanto è stato proposto dalle diverse sedi, discutere, confrontarsi in piccoli gruppi con i colleghi e poter trarre le proprie conclusioni.
  • Coralità poiché questo evento è il risultato virtuoso della stretta collaborazione di diverse tipologie di attori: Liberi Professionisti, Università, Istituti Zooprofilattici e Merial. Dopo le prime naturali perplessità che riguardavano prevalentemente gli aspetti tecnici, l’idea iniziale di Merial è stata sposata con entusiasmo da tutti i relatori e coordinatori che erano attivamente presenti nelle diverse sedi: da Est a Ovest i Drs Drigo e Mazzariol a Padova, i Drs Bardini e Rosignoli a Mantova, il Dr. Alborali e Giacomini a Brescia e, a Cuneo, il Dr Faccenda. Ciascuno di loro, contribuendo con la propria competenza, esperienza, creatività e idee è stato determinante per confezionare questo evento. Il confronto dei veterinari pratici con i referenti dei laboratori diagnostici Italiani ha consentito un dibattito molto costruttivo sulle tecniche diagnostiche utilizzabili in campo che è stato alla base della buona riuscita dell’evento.
  • Praticità: chilometri zero significa ottimizzazione dei tempi morti di spostamento, normalmente necessari per eventi nazionali.

Grazie all’ottima conduzione dei diversi coordinatori e alla precisa gestione tecnica delle comunicazioni, l’evento si è svolto in modo molto fluido ed informale e si è caratterizzato per una elevata dinamicità che ha consentito a tutti di poter esprimere le proprie opinioni, dubbi e considerazioni in modo molto aperto e costruttivo con numerosi interventi e scambi di domande tra tutti i partecipanti dalle diverse sale.

 

 

Merial - Italia, febbraio 2016

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags